“Grazie alla collaborazione tra l’Assessorato all’ambiente di Regione Lombardia guidato da Raffaele Cattaneo, Autorità di bacino e Fondazione Lombardia per l’ambiente con lo stanziamento di 75.000 euro verrà realizzato uno studio per la realizzazione di un piano di gestione delle alghe sul lago di Garlate al fine di individuare le zone, le tempistiche e le modalità per contenere lo sviluppo di questa macrofite” dichiara il Consigliere regionale lombardo Mauro Piazza

Emergenza alghe nel Lago di Garlate, Piazza: “75.000 euro per protocollo sperimentale”

“Il trasporto e lo smaltimento delle piante acquatiche comportano un costo elevato dovuto ai grandi quantitativi di materiali, che potrebbero essere ridotti adottando un adeguato piano di gestione delle macrofite acquatiche”-spiega il consigliere regionale-“attraverso questo studio porremo fine all’impossibilità nella navigazione del lago che in estate rappresenta una criticità per la fruizione turistica. L’accordo di collaborazione avrà durata fino al termine del 2020 e permetterà di individuare le aree dove procedere allo sfalciamento delle alghe posizionando anche dei tessuti sul fondo che impediscano la ricrescita della macrofite continua il forzista.

Azione condivisa dei Comuni

“Questa collaborazione pilota è frutto dell’azione condivisa degli enti comunali del territorio interessato, che attraverso l’azione di sintesi fatta con il Sindaco di Garlate Beppe Conti, ha permesso di realizzare e siglare questo accordo; ora l’eliminazione di questo dannoso problema è più vicina” conclude Piazza.