A Ello eccellenze sportive premiate da ospiti illustri in una serata all’insegna dello sport. La prima edizione della rassegna «Ello nello sport», patrocinata dall’Amministrazione comunale e dalla Consulta Sport, si è svolta sabato scorso nel centro socio culturale del Monte di Brianza. I riconoscimenti sono stati consegnati da tre “special guest” della serata: la giornalista, originaria di Ello, Mara Sangiorgio (cronista che segue la Formula 1 per Sky Sport), Robert Kubica (terzo pilota della scuderia Williams di F1) e Matteo Bobbi (due volte campione iridato di Gran Turismo e attualmente volto di Sky in veste di commentatore televisivo per la Formula 1).

Ello: fucina di grandi sportivi

In una sala gremita di pubblico, curioso di conoscere da vicino l’ospite d’onore Robert Kubica, ha introdotto e condotto l’evento il presidente della consulta Alessandro Brambilla, spiegando i motivi dell’iniziativa: «Sarà una serata commemorativa con riconoscimenti per meriti sportivi consegnati ai nostri concittadini che si sono distinti e continuano a farlo nelle varie discipline sportive». Successivamente la parola è passata al sindaco Virginio Colombo: «In fondo Ello è un piccolo paesino posto sulla collina del Monte di Brianza, ma tutto sommato ha una sua importanza. Ci tengo dunque a ringraziare tutte quelle persone che nello sport fanno in modo che il nostro Comune venga conosciuto e sono fiero del fatto che questi personaggi portino con sé un po’ dei nostri cittadini e del nostro paese».

Mara Sangiorgio: «Il mio cuore è qui, Ello è la mia vera casa»

Mara Sangiorgio è rimasta molto legata alla comunità di Ello (dove risiedono tuttora i suoi genitori, il padre è l’imprenditore Mario), nonostante viva a Milano da tredici anni e per lavoro sia sempre in giro per il mondo al seguito dei vari Gran Premi. Con emozione ha infatti salutato i suoi concittadini. «Più che per la televisione, spero che mi conosciate perché sono nata e cresciuta tra queste vie di cui vado molto orgogliosa. A Ello per venire a trovare i miei genitori – confida Mara – torno poche volte, ma il mio cuore è qui. Non posso dimenticare che per arrivare dove sono adesso, sono partita da qui, ho studiato qui e i miei primi passi a livello giornalistico li ho fatti al Giornale di Lecco. Quindi tutto è partito proprio da questo piccolo paese, che considero la mia vera casa. La passione per i motori – aggiunge Mara – è nata proprio a Ello, quando avevo 14 anni e un mio compaesano mi ha fatto provare la sua moto. Era la prima volta che salivo in sella a una dueruote e mi ha affascinato fin da subito. Mi ritengo una privilegiata poiché sono riuscita a trasformare una passione nel mio lavoro».

Leggi anche:  Notte all'addiaccio per madre e figlio dispersi in montagna

Ospiti d’onore per celebrare lo sport

Tante le curiosità da parte del pubblico e degli amministratori, a cui anche Matteo Bobbi e Robert Kubica, con estrema disponibilità, non si sono di certo sottratti. Il pilota polacco fu vittima di due gravissimi incidenti in pista (uno nel 2007 a Montreal, nel Gran Premio canadese di Formula 1, quando era al volante della Williams e l’altro nel 2011 in una gara di rally, il Ronde di Andora, in Liguria, alla guida di una Skoda Fabia). Tuttavia ne è uscito alla grande ed è tornato a sedersi nell’abitacolo di una monoposto. Numerosi gli argomenti trattati, in risposta anche ai quesiti rivolti agli ospiti: a partire dalle differenze tra Formula 1, Gran Turismo e rally fino ad arrivare ai cambiamenti in F1 dovuti alle innovazioni tecnologiche, passando per le presunte rivalità tra piloti, le strategie di sosta ai box e le emozioni che si vivono sulla griglia di partenza. Ovviamente non poteva mancare anche il tema molto sentito della sicurezza in pista e a bordo delle vetture.

Riconoscimenti per sportivi in attività e vecchie glorie

Dopo una prima parte dedicata agli interventi degli ospiti e riservata alle domande del pubblico, si è infine passati alle premiazioni, prima di chiudere la serata con il ricco buffet allestito nel cortile dell’edificio. Assegnati riconoscimenti agli sportivi ellesi di oggi e di ieri che, con le loro gesta e imprese, si sono contraddistinti nel mondo dello sport a livello locale e nazionale, dando lustro al paese e portando in alto con orgoglio in Italia e nel mondo i colori e il vessillo di Ello. Le eccellenze sportive ancora in attività hanno ricevuto una pergamena. Invece per quanto riguarda le benemerenze dello sport, il vicesindaco Gianluigi Valsecchi, l’assessore allo sport Mirco Ballabio e il consigliere di minoranza Danilo Riva hanno consegnato alcune targhe alla memoria ai familiari delle vecchie glorie del passato.