Elsa Bonaiti, storica maestra di Caprino Bergamasco, è morta nella notte tra mercoledì 31 luglio e giovedì 1 agosto nella sua abitazione di via Mangili all’età di 96 anni.

Elsa Bonaiti, una vita dedicata alla comunità

Si è spenta, nella sua abitazione di via Mangili, Elsa Bonaiti, storica maestra di Caprino Bergamasco. Chi ha frequentato il collegio di Celana negli anni del dopoguerra e le scuole di Caprino sino agli anni Ottanta, non può non ricordarsi di lei. Prima maestra della scuola pubblica del paese, nella sua lunga carriera, tra le varie attività, ha introdotto l’insegnamento della lingua francese. Durante le estati, non si dimenticava dei suoi scolari e organizzava per loro, tramite la parrocchia, una colonia chiamata “I Bagni di sole”.  Per una legislatura ha anche assunto il ruolo di vicesindaco ed è stata assessore alla Pubblica Istruzione. È stata anche un’amata catechista e sempre con la parrocchia era la creatrice di numerose pesche di beneficenza. Nubile, come un  tempo lo erano la maggior parte delle maestre, ha messo a disposizione degli altri la sua intera esistenza, senza mai chiedere nulla in cambio. “Ha lasciato una traccia nel cuore di tutti – ha ricordato la nipote Chiara Bonaiti – Noi nipoti eravamo per lei come dei figli. Ha dedicato la sua vita ad aiutare gli altri, nella più totale riservatezza e modestia, senza mai lamentarsi”.

Leggi anche:  Baby modella brianzola fa impazzire giornali e tv e a scuola prende tutti 10