A seguito dell’esondazione causata dall’evento alluvionale che ha colpito l’Altolago lecchese, la Squadra S.A.P.R. (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) del Corpo Militare Speciale Ausiliario dell’Esercito Italiano A.c.i.s.m.om. (Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta), su richiesta del Comune di Dervio (Lecco) ha effettuato, nella giornata di ieri, martedì 25 giugno, il monitoraggio aereo dell’alveo del torrente Varrone.

LEGGI ANCHE Maltempo nel Lecchese: danni per 28 milioni di euro

Dopo il maltempo sorvolo aereo per tenere d’occhio il Varrone

I militari altamente specializzati in operazioni di monitoraggio aereo attraverso  l’utilizzo di aeromobili a pilotaggio remoto hanno successivamente realizzato il rilievo fotogrammetrico completo della superficie comunale colpita dall’esondazione.

 


La Squadra S.a.p.r. del Corpo Militare A.c.i.s.m.o.m. negli ultimi mesi ha effettuato numerosi interventi in diverse zone d’Italia colpite da calamità naturali e monitoraggi aerei territoriali a favore di numerosi Comuni, dimostrando grande professionalità e competenza.
I militari appartenenti alla Squadra S.a.p.r. effettuano costanti attività esercitative di formazione tecnica e sanitaria allo scopo di elevare ai massimi livelli la preparazione utile ad affrontare attività di volo atte alla ricerca e soccorso di persone disperse, monitoraggi ambientali e interventi su tutto il territorio nazionale a seguito di calamità.