E’ in programma per domenica 4 febbraio alle 11.15 un evento che fa… rabbrividire! Stiamo parlando della Eco-nuotata a Mandello. L’evento, davvero particolare, ha l’obiettivo di accendere i riflettori sul delicato tema dell’inquinamento, in particolare dei laghi. Gli atleti, senza muta, scenderanno in acqua per sensibilizzare tutti sull’importanza della tutela dell’ambiente.

Eco-nuotata a Mandello: gli organizzatori

L’evento è organizzato da diverse assiciazioni leccheso. In particolate  Rete Rifiuti Zero  Lombardia, in collaborazione con Zero Waste Italy, Greenpeace, WWF. Ma anche  Legambiente, Fare Verde, Let’s Do It. Senza dimenticare inoltre  Associazione 5R Zero Sprechi e anche  il Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero.

 

La nuotata

La nuotata avrà inizio alle  11.30  presso i Giardini Pubblici di Piazza Garibaldi (in prossimità del cannone) e terminerà verso le ore 12 sulla spiaggia di Onno. Alcuni nuotatori svilupperanno le loro bracciate nella zona della spiaggia di Onno. Altri, se le condizioni di ondosità del lago lo consentiranno, attraverseranno il lago da Mandello a Onno, realizzando il precedente assoluto del primo attraversamento invernale del lago senza muta. Verranno invitati i media locali e si cercherà di coinvolgere le scolaresche.

Leggi anche:  Estate bollente sulla Super: per lavori sulla Statale 36 svincoli chiusi "a singhiozzo" sino al 15 settembre

Lo scopo

Le eco-nuotate nascono come eventi finalizzati a  porre l’ attenzione sui grandi temi dell’ecologia e dell’inquinamento. ” Questo evento in particolare  vuole porre l’accento sulla dispersione delle microplastiche nei laghi. dall’ultimo report di Legambiente il Lago di Lecco risulta essere quello in Italia maggiormente impattato dalla presenza di microplastiche. Ma anche  sul riscaldamento globale (motivo per il quale i nuotatori affronteranno la eco-nuotata “a freddo”, ossia senza ausilio di muta) ed il contributo delle pratiche Rifiuti Zero alla riduzione dei gas serra”.

Ma chi sfida le acque fredde?

Gli atleti che effettueranno la nuotata sono membri della squadra Italiana di Nuoto in Acque Gelide (IISA Italy). “Con questa eco-nuotata, che richiederà un importante sforzo fisico e psicologico, gli atleti di IISA Italy intendono sostenere l’impegno delle associazioni ambientaliste che organizzano l’evento, attestare il loro amore per i diversi spazi d’acqua, sollecitare il rispetto dell’ambiente, promuovere l’adozione di stili di vita sostenibili ed attenti alla riduzione dei rifiuti, al loro riuso e riciclo, allo scopo di minimizzare gli impatti sull’ambiente”.