Oggi, martedì 2 ottobre, si celebra la festa dei nonni, gli “eroi del quotidiano”, figure fondamentali su cui sempre più spesso si basa la crescita dei nipoti. Sono loro gli “angeli custodi viventi” che, con il loro affetto e  la loro sconfinata disponibilità, sempre di più sono a fianco dei nostri bambini. Una giornata dedicata a loro è forse ben poca cosa rispetto al contributo che danno alla società, ma anche noi abbiamo provato a dare “una mano” a quanti erano desiderosi di dimostrare i propri nonni amore e gratitudine. Lo abbiamo fatto ospitando sul Giornale di Lecco in edicola dal 30 settembre e per tutta la settimana  (Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Lecco” dallo store) e sul Giornale di Merate in edicola da dal primo ottobre e per tutta la settimana (Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Merate” dallo store) intere pagine di dediche con splendide foto di nonni e nipoti.

LEGGI ANCHE Festa dei nonni: visite gratuite al Museo storico della Moto Guzzi

Perchè celebriamo la Festa dei nonni

La Festa dei Nonni si celebra da anni il 2 ottobre, Festa degli Angeli Custodi, data significativamente scelta più di dieci anni fa per celebrare quanti, nell’ambito familiare, accudiscono con amore e dedizione bambine e bambini.
I nonni in Italia sono 12 milioni. Fra questi, più di tre milioni, secondo quanto emerge da una rilevazione della Coldiretti pubblicata l’anno scorso, si occupano tutti i giorni dei nipoti, integrando il reddito familiare dei figli con la propria eccedenza mensile di denaro proveniente dalle pensioni.

 

LEGGI ANCHE In cucina insieme ai nipoti, un’idea regalo per la Festa dei Nonni

Leggi anche:  Asta via Roma 51, palazzo Ghislanzoni aggiudicato a Confcommercio

Il 35% guarda ai nonni come un valido aiuto per seguire i bambini fuori dall’orario scolastico. Il 17% ne apprezza i consigli e l’esperienza, mentre il 4% si avvantaggia del loro sostegno lavorativo a livello domestico. La presenza dei nonni viene considerata positiva anche per il contributo affettivo e sociale che ogni giorno offrono.

Le frasi da dedicare

“Grazie per tutte le favole che mi hai raccontato con amore. E quelle più strane e fantasiose inventate apposta per me. Ti voglio bene nonno.” (Anonimo)

”Auguri a te che mi guardi come se fossi la cosa più bella del mondo. Auguri a te che hai molta fiducia in me. Auguri a te che mi cucini sempre cose buone, auguri nonnina, ti voglio bene” (Anonimo)

”Non c’è complice migliore di un nonno che ti ama, auguri, ti voglio bene” (Anonimo)

”Credo che Dio il settimo giorno non sia andato in vacanza ma abbia inventato i nonni. E, accorgendosi che si trattava della più geniale delle sue creazioni, si sia preso una giornata libera per trascorrerla con loro” (Fausto Brizzi)

”Grazie per avermi difeso, anche quando dovevo essere sgridato, protetto dalle ire di mamma e papà. Di avermi voluto bene,come solo tu sai fare. Grazie nonna ti voglio bene.” (Anonimo)

“Quando i nonni entrano dalla porta, la disciplina vola fuori dalla finestra”.(Ogden Nash)

“La generazione più giovane è la freccia, la più vecchia è l’arco”. (John Steinbeck)

“Gli zii e i cugini sono una cosa buona. I genitori non sono da trascurare. Ma una nonna li vale tutti”. (Fanny Fern)

“Una madre diventa davvero una nonna il giorno in cui smette di notare le cose terribili che fanno i propri figli perché è troppo incantata
da quelle meravigliose che fanno i nipoti”. (Lois Wyse)