Divieto di transito ai tir sulla Provinciale, ma i “bisonti” se ne infischiano e passano. Da martedì scorso un’ordinanza della Provincia proibisce  il passaggio  dei mezzi pesanti superiori  a 20 tonnellate  nel tratto  tra Imbersago e Robbiate, ma  in realtà in pochi  la rispettano.  E soprattutto  non c’è nessuno che multa i trasgressori…

LEGGI ANCHE Provinciale dissestata: scatta il divieto per i mezzi pesanti

Dopo la segnalazione da parte del Comune di Imbersago in merito allo stato di conservazione delle opere a sostegno dell’arteria ( e in particolare un cedimento del manto stradale) l’Amministrazione provinciale ha infatti imposto dallo scorso 5 marzo lo stop ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 20 tonnellate lungo la Sp 56. Il provvedimento tocca i Comuni di Imbersago e Robbiate e precisamente va dal chilometro 6+ 100 ovvero all’altezza della rotatoria della Provinciale con via Adda a Imbersago sino al chilometro 8+900, alla rotonda tra via Piave e via Indipendenza a Robbiate. Eppure l’ordinanza, nel corso della settimana, è stata ignorata.

Analoga situazione sul Ponte di Brivio

Problematica simile a pochi chilometri di distanza ovvero sul ponte di Brivio. Il Consigliere provinciale Stefano Simonetti aveva denunciato  una situazione estremamente pericolosa con camion “fuori legge” e svolte selvagge.  Il tutto immortalato in un video che, in particolare, dimostrava che moltissimi mezzi pesanti non rispettano le distanze minime di sicurezza quando attraversano il ponte (distanziamento minimo obbligatorio pari a 50 metri tra veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 30 tonnellate).

Leggi anche:  Adotta un'aiuola, l'invito del sindaco a rendere il paese più bello

Tutti i particolari e le foto sul sul Giornale di Merate in edicola da martedì 12 marzo. Da pc c’è anche la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Merate” dallo store.