Riprende sabato 9 febbraio, per il periodo inverno-primavera 2019, la distribuzione sacchetti dei rifiuti alle famiglie, alle parrocchie e alle associazioni di Barzago, Bevera e Verdegò. Nell’estate sono stati consegnati i sacchi trasparenti per l’indifferenziata e per l’umido, ora è la volta dei sacchi viola per il materiale differenziato, da avviare al riciclo e ancora di quelli per i resti di cibo, ossia i sacchetti biodegradabili e compostabili.

Distribuzione sacchetti per la raccolta differenziata

Alle nuove famiglie residenti sarà consegnato, su richiesta, anche il kit dei contenitori per il vetro (secchio blu), la carta (secchio giallo) e il secchiello per l’umido. I condomini, le aziende e gli esercizi commerciali potranno fare richiesta di avere il cassonetto grande con ruote, da 360 Litri, per la raccolta della carta.  Durante la distribuzione sarà possibile chiedere di avere più sacchetti di un tipo e meno di altro, ciò per meglio rispondere alle esigenze domestiche della singola famiglia; è il caso per esempio, di chi ha l’orto o una compostiera: non avendo necessità dei sacchi per l’umido, potrà avere in sostituzione un altro tipo di sacco. Anche per gli amici a quattro zampe sono pronti gli appositi sacchetti per gli escrementi, tra l’altro sempre disponibili tutto l’anno, presso il municipio nei normali orari di apertura.

I dati del 2017

La cittadinanza apprezza e si aspetta questo servizio che da anni l’Amministrazione riesce ad organizzare; il merito è legato alla corretta gestione dei rifiuti delle famiglie e delle aziende stesse. “Come ho avuto modo di scrivere sull’ultimo giornale comunale Informando, la quantità di raccolta differenziata nel 2017 è aumentata del 6,8% arrivando al 74,2 % sul totale dei rifiuti. Gran parte del positivo risultato è dovuto all’introduzione del secchio giallo per la carta, oltre che all’attenzione delle famiglie. Tutto ciò si è tradotto in una nota di accredito di Silea a favore del Comune di 5.209,51 euro, che è servita per abbassare i costi delle fatture di smaltimento degli ultimi mesi dell’anno. Tuttavia al termine del 2017 si è registrato un importante aumento di sacchi indifferenziati (trasparente) che hanno quasi del tutto azzerato il trend positivo; si tratta di rifiuti non differenziati o di sacchi viola non conformi, cioè con materiali non corretti che la ditta incaricata ha segnalato ma che la famiglia o ditta responsabile non ha ritirato per capire l’errore, lasciando i sacchi esposti dal mercoledì al sabato” ha spiegato l’assessore all’Ecologia e all’Ambiente Mirko Ceroli.

Leggi anche:  Rapito dalla mamma in Siria, un appello per riportarlo a casa FOTO e VIDEO

L’importanza della sensibilizzazione

“Occorre studiare una nuova campagna di sensibilizzazione all’uso corretto dei sacchi, facendo capire che una gestione attenta produce effetti positivi sull’intera collettività, fino ad avere minori costi e sperare in una diminuzione della tassa rifiuti o nel miglioramento dei servizi. Per esempio, nel corso del 2018 è stato possibile introdurre la pulizia meccanica della via Pirotta con un nuovo mezzo, in grado di operare nelle vie più strette; all’inizio del 2019 tale servizio sarà esteso anche alla via Bulciago. Nello stesso tempo farò ricorso alle telecamere mobili per intervenire nei punti con maggiore criticità, dove si verificano spesso errori nell’uso dei sacchi o di abbandono dei rifiuti: allo studio c’è un apposito regolamento. Confido comunque nella maggioranza dei cittadini che da anni dimostrano attenzione nel gestire i rifiuti che produce e sensibilità verso il proprio territori” ha concluso Ceroli.