Disagi treni, non c’è pace per i pendolari. Adelio Sironi, residente a Casatenovo, dopo aver scritto al sindaco del suo paese che chiedergli un sostegno per veicolare la sua lamentele fino alle autorità regionali, ha denunciato una nuova situazione a dir poco delicata avvenuta questa mattina.

Disagi treni, il racconto di un pendolare

Questa la mail inviata quest’oggi alla redazione del Giornale di Merate. “Oggi ho dovuto rinunciare a salire sul treno da Lecco in ritardo delle 7.15 perchè strapieno, con conseguente ritardo al lavoro. A 60 km di distanza, alla stazione di Chiasso in Svizzera, sicuramente un treno arrivava puntualmente in orario, come sempre, e i pendolari salivano agevolmente su carrozze pulite. Come già detto, né l’assessore regionale ai trasporti né l’autorità di regolazione né tantomeno Trenord mi hanno dato un riscontro: alla faccia della vicinanza delle istituzioni ai cittadini! Il sindaco di Casatenovo (che pubblicamente ringrazio) mi ha accolto sabato scorso assicurandomi il suo impegno ad organizzare una conferenza dei Sindaci dei comuni interessati alla linea Lecco-Robbiate/Paderno-Milano, aperta ai cittadini e alle associazioni, per poter fare la giusta pressione istituzionale. Questa e-mail non è stata inviata a Trenord perchè, come si evince dal loro sito, stranamente Trenord non mette a disposizione una e-mail di contatto con il pubblico (solo la Pec)”