“Ieri sera, a distanza di tre mesi esatti dall’evento alluvionale che ha colpito il comune di Casargo, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha deliberato:l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottata con delibera del 1° luglio 2019 nel territorio del comune di Casargo”. Ad annunciarlo è il sindaco Antonio Pasquini.

LEGGI ANCHEMaltempo: la Provincia al fianco di Casargo chiede lo stato di emergenza

Dichiarato lo stato di emergenza a Casargo

“Con questo provvedimento tanto atteso-  prosegue il primo cittadino- possiamo incominciare a programmare i necessari interventi di messa in sicurezza del territorio e dare qualche certezza ai privati che hanno subito ingenti danni negli eventi alluvionali del 1 e 6 agosto”.

“Non posso che ringraziare il capo del dipartimento nazionale di protezione civile Angelo Borrelli con la sua struttura, l’assessore Foroni con i suoi collaboratori, il consigliere regionale Mauro Piazza e tutti i parlamentari del territorio in particolare del Senatore Arrigoni, per l’ impegno profuso in questi mesi al fine mettere in campo importanti interventi per scongiurare eventi come quelli che si sono verificati nella scorsa estate”.

Leggi anche:  A Merate la conferenza del Dott. Ugo Giuffrè: "L'importanza di vaccinarsi"

La fragilità del territorio

“La fragilità e la vulnerabilità del territorio della Alta Valsassina- conclude Pasquini- necessitano di uno sforzo sinergico da parte del livello regionale e nazionale per realizzare importanti opere di ingegneria per il consolidamento dei pendii instabili, per la totale messa in sicurezza di edifici strategici come la scuola primaria di Casargo e per opere di regimazione di tutti i corsi d’acqua che attraversano la valle di Casargo. Non sarà un lavoro facile e immediato ma stiamo andando nella direzione giusta”.