Uno stanziamento complessivo di 48 milioni di euro per far fronte al dissesto idrogeologico e ai danni causati dalle ondate di eccezionale maltempo di ottobre 2018 e della primavera 2019. Regione Lombardia, per prevenire e sanare situazioni di rischio che gravano su centri abitati o infrastrutture regionali, ha dato avvio a diversi programmi di intervento urgenti, strutturali e di manutenzione e ripristino, finanziati sia con risorse proprie (19 milioni di euro per 47 interventi su 12 province) che con ulteriori risorse già accertate e previste dall’Accordo di programma stipulato con il Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare (29 milioni di euro per 23 interventi su 9 province). Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni.

Dissesto idrogeologico

“Con questa delibera – ha commentato l’assessore Foroni – abbiamo voluto mettere immediatamente a disposizione dei territori colpiti i fondi dedicati alla prevenzione del dissesto idrogeologico, appena sbloccati dal Governo grazie anche alla collaborazione di Regione Lombardia, ai quali abbiamo aggiunto consistenti finanziamenti da parte nostra. I Comuni e gli enti locali – ha continuato – potranno ora procedere con celerità nel dar vita a tutta una serie di opere vitali, sia per il ripristino dei danni del maltempo sia di contrasto strutturale e di prevenzione al rischio idrogeologico di un territorio come il nostro, particolarmente vulnerabile in alcune sue zone”.

Leggi anche:  Biraghi e i parastinchi "fascisti". Scoppia la polemica dopo Inter-Barcellona

“Abbiamo voluto privilegiare interventi da compiersi in ambiti di rischio acclarato, oltrechè – ha concluso Foroni – in aree interessate dalle ondate di maltempo di ottobre 2018 e della primavera 2019 e in situazioni di particolare e grave rischio segnalateci dagli uffici regionali territoriali”.

Danni del maltempo: 1,8 milioni di euro per interventi in 5 Comuni lecchesi

Per la provincia di Lecco si tratta di 1,8 milioni di euro per 5 opere tra interventi urgenti e indifferibili, interventi strutturali e interventi di manutenzione e ripristino. Nel dettaglio:

INTERVENTI URGENTI E INDIFFERIBILI – A Mandello del Lario: 750.000 euro per messa in sicurezza scarpata rocciosa che sovrasta la SP 72 dal km 61+095 al km 60+600.

INTERVENTI STRUTTURALI – A Calolziocorte 295.000 euro per messa in sicurezza del Torrente Carpine in localita’ Cantelli di Calolziocorte.

INTERVENTI DI MANUTENZIONE E RIPRISTINO – A Civate 400.000 euro per lavori di messa in sicurezza pareti rocciose in corrispondenza della forra della valle dell’oro. A Varenna 101.500 euro per intervento di messa in sicurezza frana su SP 72. A Monte Marenzo 300.000 euro per intervento di stabilizzazione del fronte franoso in localita’ Ravanaro.