Chiusura Linate, ci siamo. Inizia il “trasloco”  dell’aeroporto a Malpensa a seguito della chiusura per tre mesi dello scalo di Segrate-Peschiera Borromeo.

LEGGI ANCHE: Chiude Linate, ecco cosa succede

Chiusura Linate, si parte

A mezzanotte di domani, venerdì 26 giugno, scatta il trasloco. Un primo convoglio di sei “cobus”, autobus di dimensioni eccezionali in larghezza, partirà da Linate per arrivare a Malpensa. La pianificazione dei servizi e delle misure di sicurezza, con l’individuazione dell’itinerario e degli eventuali percorsi alternativi, è stata assicurata dalla Polizia Stradale di Milano che, in collaborazione con le società concessionarie autostradali e le ditte di trasporto per i mezzi eccezionali, coordinerà gli interventi.

Un serpentone lungo un chilometro

Il convoglio dei mezzi, lungo quasi un kilometro, a  una velocità minima non inferiore a quaranta km orari, in regime di scorta/accompagnamento a cura della Polizia Stradale, con l’impiego di dieci equipaggi, in collaborazione con la Polizia Stradale di Varese e il Centro Operativo Autostradale di Novate Milanese, dovrebbe arrivare all’aeroporto di Malpensa verso le  2 e comunque entro le  4.

Il percorso

Il percorso seguirà il seguente itinerario: Viale dell’Aviazione, via Fantoli, ingresso in A51 tangenziale Est direzione Nord dallo svincolo di C.A.M.M., proseguimento fino al bivio con la A52 tangenziale Nord in direzione Nord, immissione in A52 fino all’interconnessione con la A4 direzione Torino, proseguimento fino alla barriera della A4 di Milano Ghisolfa, uscita dalla A4 in corrispondenza del casello di Marcallo–Mesero, innesto in SS336DIR in direzione Malpensa, uscita allo svincolo di Cargo City fino a destinazione.

L’attività di trasferimento comporterà dei rallentamenti al traffico veicolare nelle fasce orarie indicate.

Seconda tranche sabato

Un secondo convoglio, con altri sei cobus  partirà sabato 27 luglio, a mezzanotte, seguendo il medesimo percorso.

Leggi anche:  Linate Air Show, lo spettacolo nel cielo di Milano VIDEO

Per la circostanza, presso la sala di Protezione Civile della Prefettura di Milano, sarà attivato un Centro di Coordinamento Soccorsi, in stretto raccordo con le diverse sale operative delle Forze di Polizia e degli Enti e delle Società concessionarie Autostradali per seguire e gestire le operazioni di trasferimento e attivare le misure necessarie a fronteggiare eventuali situazioni di emergenza.  Contestualmente verranno assicurati i collegamenti radio attraverso il COA-COPS di Milano che coordinerà gli equipaggi impegnati nel trasferimento, segnalando tempestivamente ogni novità di rilievo alle Prefetture e Questure di Milano e Varese, nonché alla sala operativa del servizio di Polizia Stradale.

La Società SEA ha potenziato tutte le infrastrutture dello scalo di Malpensa per far fronte all’incremento dei passeggeri con l’ampliamento dei parcheggi e il potenziamento dei servizi di assistenza ai passeggeri, anche con l’ausilio di cinquanta facilitatori supplementari. Sullo scalo di Malpensa verrà assicurata una implementazione dell’attività di presidio e di vigilanza da parte delle Forze di Polizia e dei Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco. Anche la Polizia Locale di Milano garantirà un servizio supplementare per la gestione della viabilità.

SEA e le Società concessionarie Autostradali proseguiranno in una capillare attività di informazione agli utenti diretti a Malpensa, sensibilizzandoli a scegliere in alternativa all’itinerario tradizionale A8 Milano Laghi – svincolo Busto Arsizio innesto SS336 della Malpensa (destinato ad un ulteriore incremento di traffico),  quello meno conosciuto e decisamente più scorrevole della A4 direzione Torino – svincolo Marcallo/Mesero innesto SS336Dir Malpensa.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI