Un gruppo Sikh a Calolzio? Tra qualche tempo potrebbe diventare realtà. L’annuncio è stato dato dallo stesso sindaco Marco Ghezzi nell’ultimo consiglio comunale, lunedì 29 aprile, in cui il tema centrale è stato quello della richiesta di revoca del regolamento sulle strutture di accoglimento per migranti, con la maggioranza che ha votato per l’eliminazione dell’immediata eseguibilità e l’impegno a creare un tavolo tecnico per la revisione del documento entro 15 giorni.

L’ex cinema Manzoni

LEGGI ANCHE:

“Zone rosse” per i centri di accoglienza migranti: un “tornado” piomba su Calolzio

Zone rosse, apertura della maggioranza che mette in stand-by il regolamento FOTO

Un gruppo Sikh a Calolzio

Per rispondere alle accuse di razzismo, ricevute nell’ultimo periodo dopo l’approvazione del regolamento, il sindaco Ghezzi ha anticipato la curiosa notizia. “Tre mesi fa si è presentata un’importante componente religiosa non cristiana, quella dei Sikh, che vuole realizzare una struttura culturale e ricreativa a Calolzio. Questo gruppo aveva dato il via all’acquisizione di un’area, a cui abbiamo dato parere favorevole. Poi, visto che potevano esserci delle problematiche nell’area richiesta, abbiamo proposto della strutture comunali e la loro scelta è ricaduta sull’ex cinema Manzoni, in via Galli, di fronte alla stazione ferroviaria”. Un notizia per respingere ogni accusa di razzismo. “Sono leghista perché sono federalista e non perché sono razzista – ha concluso Ghezzi – Arrivo da famiglia di sinistra, mio padre iscritto al Partito Comunista e conosco quei valori”.

Leggi anche:  Ragazza si ribalta su una rotonda e finisce in ospedale

Chi sono i Sikh

Il sikhismo è una religione monoteista nata in Anandpur Sahib, India nel XV secolo, basata sull’insegnamento di dieci guru che vissero in India tra il XV ed il XVIII secolo. L’etimologia della parola sikhismo si rintraccia nella parola sikh, che deriva dal sanscrito e che significa “discepolo”: i sikh quindi sono i devoti del Sri Guru Granth Sahib ji, le sacre scritture dei 10 guru che si sono succeduti dal 1469 al 1708 e di altri amanti del Creatore. Il sikhismo inoltre si basa su tre principi fondamentali: ricordare il Creatore in ogni momento, guadagnare lavorando onestamente e condividere il guadagno.