Carnevale Calusco da incorniciare. Ben 5mila persone, ieri, domenica, hanno infatti applaudito i carri che sono transitati per le vie del paese.

Carnevale Calusco, successo garantito

Considerato uno dei più belli dell’Isola bergamasca, il carnevale caluschese è da sempre grande motivo d’orgoglio per l’intera comunità. Inoltre nonostante domenica scorsa il numero di carri sia stato molto inferiore rispetto a quello dell’edizione precedente (nel 2017 ce n’erano stati ben 17, mentre quest’anno dieci di meno), la partecipazione è stata comunque molto elevata: alla sfilata, che è partita da piazza Mercato e quindi ha attraversato le varie contrade del paese, hanno preso parte più di cinque mila persone. Questa si è poi conclusa in via Vittorio Emanuele ed è stata seguita dalla tradizionale premiazione dei carri.

Ha vinto il carro di Casazza

Il primo posto è stato quindi aggiudicato ai 60 componenti de «Il ritorno di Jafar» realizzato dall’associazione «#Followers46» del comune di Casazza, mentre al secondo si sono posizionati i 30 carvichesi di «Chef e wine». Al terzo posto, invece, i giudici hanno optato per un parimerito tra l’«Indian car West» dell’oratorio di Presezzo, con i suoi 70 partecipanti, e «Emoji», carro realizzato da 150 persone dell’oratorio di Calusco. L’oratorio di Solza, invece, ha conquistato la quarta postazione con «Solzalandia Human Park», a cui hanno aderito 92 persone, e l’associazione genitori di Calusco è arrivata quinta con un carro intitolato «Masterchef Calosch», costituito da 60 partecipanti. Ultimi, infine, sono arrivati i 50 membri del carro «Pinocchio» dell’oratorio di Chignolo d’Isola.

Leggi anche:  Angelo Crippa, oggi Olgiate Molgora lo ricorda con una messa

Foto gentilmente offerte dal Circolo Fotografico di Chignolo d’Isola