Cab Polidiagnostico e Rhinos Robbiate: sport e nutrizione al centro dell’incontro a conclusione del progetto minibasket per parlare insieme ai genitori di corretta alimentazione, sport e salute per la vita dei propri figli.

Cab e Rhinos Robbiate: serata conclusiva del progetto minibasket

La serata finale si è tenuta giovedì 7 febbraio a Cascina Maria di Paderno d’Adda. Nel corso dell’evento sono intervenuti Laura Maragno (biologa nutrizionista), il fisioterapista Matteo Godina e Stefania Bielli (dirigente della società di basket dilettantistica Asd Rhinos di Robbiate), che ha presentato il progetto minibasket. Infine ha preso la parola Paolo Godina (nutrizionista e responsabile del Cab Polidiagnostico) per dare qualche consiglio a genitori e ragazzi, come primo strumento di educazione e prevenzione, sulle principali regole guida da seguire per gestire una sana e corretta alimentazione, condita con la giusta dose di attività fisica in una vita sportiva.

Le novità di quest’anno

L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione e da quest’anno in collaborazione con Cab, si è ampliata: dalle prime tre classi della scuola primaria Leonardo da Vinci di Paderno d’Adda si è infatti estesa fino a coprirle tutte e cinque. Inoltre da marzo verrà coinvolta anche la scuola elementare di Robbiate. «L’idea – ha spiegato Bielli – è quella di far conoscere ai ragazzi e condividere con loro i valori fondanti dello sport in generale, come ad esempio l’impegno, la solidarietà, l’amicizia, il rispetto di sé stessi e degli altri, oltre al valore della vittoria e della sconfitta. E quindi il minibasket inteso anche come valore educativo del gioco».

Leggi anche:  Pianella continua a crescere: arriva il dottor Fezzi

Progetto minibasket con un programma ricco

Il progetto ha previsto, tra dicembre e gennaio, l’ingresso a scuola del minibasket attraverso un totale di 60 ore di lezione (sei per ogni classe), tenute da Nadia Raimondi, ex giocatrice della nazionale italiana di pallacanestro femminile e attualmente allenatrice Fib (Federazione Italiana Basket). Tuttavia il progetto non si è limitato solo all’avvicinare i bambini a questa disciplina sportiva, poiché con l’affiancamento di due specialisti del Cab Polidiagnostico si è svolto anche un altro incontro con gli studenti. Una lezione suddivisa in due moduli finalizzati a spiegar loro i rudimenti per una corretta postura e una corretta alimentazione, curati rispettivamente dal fisioterapista Matteo Godina e dalla biologa nutrizionista Laura Maragno.