“Si comincia a leggere di possibili modifiche alla vigente legge che impone l’obbligo di vaccinazioni per frequentare asili e scuole dell’infanzia. Sarebbe davvero un peccato se questo avvenisse”. A schierarsi espressamente contro la proposta di legge per la modifica della legge Lorenzin, lanciata in primis dal Senatore Lecchese Paolo Arrigoni, è uno dei medici più noti d’Italia, il dottor Roberto Burioni.

Roberto Burioni dice no alla proposta Arrgoni

Burioni, Professore Ordinario di Microbiologia e Virologia, Dottore di Ricerca in Scienze Microbiologiche, Specialista in Immunologia Clinica ed Allergologia, noto per le sue posizioni a favore dei vaccini ha infatti pibblicato oggi un post in rete commentando l’ipotesi, sostenuta dalla Lega, e partita da Lecco, di modificare il decreto che ha introdotto l’obbligo vaccinale. “Non ci sono analisi definitive sull’effetto del Decreto Lorenzin” scrive Burioni. ” Però è certo che i dati preliminari, in maniera assolutamente univoca, sono estremamente lunsingheri e autorizzano a sperare che la legge possa avere un effetto complessivo estremamente positivo sulle coperture vaccinali, che dopo anni di declino stanno riaumentando. Per questo ritengo che, al momento, modificare la legge sarebbe un gravissimo errore”

“Lo stato non stia con gli oscurantisti irresponsabili”

“Ma nessuno l’ha ancora fatto, per cui è un fasciarsi prima che la testa sia rotta” ggiunge il virologo. “Sono di natura ottimista. Spero che nessuno abbia interesse a vanificare una legge che sta funzionando. E che sta proteggendo i più deboli solo per strizzare l’occhio alla parte peggiore – quella oscurantista, ignorante ed egoista, fortunatamente minoritaria, del nostro Paese. Non possiamo sperare che lo Stato riesca a cancellare gli oscurantisti irresponsabili dalla popolazione italiana. Però possiamo pretendere che non si metta dalla loro parte”.

Leggi anche:  Il Gallo, lo storico bassista di Vasco Rossi, è in città