È già stata definita la “foto del secolo”, una probabile futura icona della storia della scienza: la prima foto di un buco nero, o per essere più precisi, della zona vicinissima al suo confine, un’impresa titanica la cui notizia ha già avuto un’ampia eco.

Buco nero nello spazio: il Planetario di Lecco dedica una serata alla “foto del secolo”

In onore di questa conquista straordinaria il Planetario civico del Comune di Lecco, gestito dall’associazione Deep Space, proporrà una serata speciale, pensata per illustrare al pubblico questo grandioso risultato: lunedì 29 aprile alle ore 21 il professor Gabriele Ghisellini, dell’Osservatorio astronomico di Brera – Merate, spiegherà l’importanza del risultato, le difficoltà affrontate dagli astronomi per ottenerlo e le prospettive che questa impresa apre.

Sarà Un viaggio ai confini dello spazio e del tempo, dove le leggi fisiche sembrano subire uno scacco, ma dove probabilmente si nasconde la risposta alla più grande sfida della fisica teorica contemporanea: la conciliazione tra la meccanica quantistica e la teoria della relatività.

Leggi anche:  Sfilata di campioni con il Coni Lecco

Gabriele Ghisellini, studioso di buchi neri e teoria della relatività, ha dato alle stampe da pochi giorni il libro “Astrofisica per curiosi. Breve storia dell’Universo”, che con l’occasione verrà presentato al pubblico del Planetario civico. Il costo del biglietto d’ingresso alla serata è di 6 euro, 4 euro il ridotto, del quale beneficiano, fra gli altri, tutti i residenti a Lecco.