“Blitz del sindaco sceriffo” nel cantiere del Ponte Nuovo. Stanotte infatti il borgomastro pescatese Dante de Capitani, accompagnato da due agenti della Polizia Locale, è andato a verificare i lavori di manutenzione all’interno delle gallerie del Monte Barro nel territorio di Pescate. Lavori iniziati, proprio su richiesta di De Capitani, alle 23, anzichè alle 21, per limitare i disagi agli automobilisti.

Blitz del sindaco sceriffo” nel cantiere del Ponte Nuovo

“Erano presenti maestranze di ditte di estintori, operai e dirigenti Anas che ci hanno spiegato nel dettaglio i lavori che stavano facendo” spiega il sindaci. “Oltre alla revisione semestrale degli estintori infatti, vengono effettuati interventi  mensili sugli impianti di segnalazione Sos al fine di verificarne il corretto funzionamento, verifiche anche sui sensori di fumo, sulla segnaletica luminosa, sulla funzionalità dei pannelli informativi,  sugli impianti di ventilazione e sulle lampade interne”.

I lavori sull’illuminazione

“Proprio sulle lampade sono riusciti a intervenire anche su quelle spente del Terzo Ponte che avevo segnalato a fine gennaio, con opere di bypass provvisorio al fine di rimettere in funzione l’illuminazione in attesa degli interventi definitivi in programma a metà del  mese di marzo” prosegue De Capitani. “Ora le lampade del Terzo Ponte nel territorio di Pescate funzionano tutte perfettamente, e tutto è  ben illuminato”.

Leggi anche:  Razzismo e sport: tifoso "bannato" dalla società, Figc invita a seguire l'esempio

Lampade ancora spende verso Lecco

“Non cosi nel scendere a Lecco dove le lampade sono ancora spente, ma lì non mi riguarda e non voglio rubare  il lavoro al collega Brivio” aggiunge il sindaco di Pescate . “Con l’ing Pisani di Anas,  presente nel nostro sopralluogo notturno,  ci incontreremo presto per programmare gli interventi per rifare completamente l’impianto di illuminazione del ponte Manzoni con nuovi corpi illuminanti a led e una nuova linea di alimentazione. Ringrazio Anas di aver accolto finora le mie richieste. E’  giusto rimproverarli  quando latitano ma è  altrettanto doveroso riconoscere i loro meriti quando ci sono”.

Mario Stojanovic