Bambini a scuola di sicurezza in montagna col Soccorso Alpino.

Parola d’ordine: sicurezza in montagna

Il CNSAS infatti è sempre impegnato a promuovere e diffondere la cultura della sicurezza in montagna. I ragazzi e i bambini sono gli interlocutori privilegiati di questa attività. Ciò  perché sono attenti e soprattutto capiscono subito che il rapporto con la montagna si fonda su rispetto e consapevolezza. Giovedì 8 marzo 2018, come ogni anno, la Stazione di Valsassina e Valvarrone ha organizzato una giornata sulla sicurezza in montagna nel periodo invernale. I protagonisti sono stati  i bambini della scuola primaria di Introbio (LC).

Tanti piccoli esperti

L’iniziativa si è svolta ai Piani di Artavaggio, nel comune di Moggio, con la partecipazione di ben 91 bambini e la presenza di 10 tecnici della squadra di Barzio, con una unità cinofila della XIX Delegazione Lariana. I bambini, divisi in più gruppi, si sono impegnati in diversi esercizi e simulazioni di soccorso, tra cui l’esperienza, sul campo, di ricerca di una persona dispersa, con l’ausilio dell’unità cinofila. E ancora  la simulazione del recupero di una persona ferita con trauma alla schiena. Ma cnhe  la simulazione di un contrappeso, organizzato come un tiro alla fune. Alla fine bambini e soccorritori, tutti insieme, hanno pranzato al rifugio “Sassi Castelli”, per poi terminare la giornata con giochi sulla neve con bob e slittini.

Leggi anche:  Inaugurata la 53^ Sagra delle sagre FOTO

Impegno costante dei soccorritori

“La Stazione di Valsassina e Valvarrone crede tantissimo a questo tipo di attività, incentrata sulla prevenzione, in particolare con il coinvolgimento dei bambini”  sottolineano dal Soccorso Alpino. “Nel nostro territorio, per tradizione caratterizzato da una solida cultura di frequentazione della montagna, si comincia presto a praticare l’ambiente della montagna. Nei prossimi mesi sono in programma uscite con altri istituto scolastici: l’argomento principale sarà sempre quello della sicurezza”.