“Dopo aver posizionato due giochi per bambini diversamente abili, uno al parco Fornace e l’altro al parco Torrette, facendo diventare i nostri giochi inclusivi e cioè aperti a tutti, dal prossimo 1 ottobre diventeranno inclusivi anche i bagni pubblici posizionati nelle vicinanze”. L’annuncio arriva direttamente dal sindaco di Pescate, Dante De Capitani.

Bagni inclusivi

“Non solo i fruitori dei giochi, ma anche tutte le persone diversamente abili con la carrozzina, che utilizzano la nostra ciclabile a lago potranno utilizzare i servizi igenici. Si tratta di bagni chimici molto più grandi degli attuali e più attrezzati, usufruibili non solo da utenti in carrozzina ma da tutti, che saranno posizionati in luoghi differenti dagli attuali, ma sempre negli stessi parchi,  proprio per dare modo anche alle persone in carrozzina di utilizzarli – spiega il primo cittadino pescatese – A differenza dei normali bagni chimici che venivano puliti e sanificati una volta a settimana in inverno e due volte a settimana in estate, questi bagni saranno puliti e sanificati due volte alla settimana per tutto l’anno”.

Leggi anche:  Lavarello a rischio estinzione nel nostro lago

“Un servizio in più per i pescatesi e i turisti”

“Già mettere dei bagni gratuiti nei parchi pubblici è una consuetudine che pochissimi comuni hanno… Mettere i bagni inclusivi,  non per la singola occasione ma per tutto l’anno, è un fatto ancora più raro e denota sicuramente un’attenzione particolare dell’amministrazione comunale di Pescate verso tutti gli utenti e i cittadini. Il costo del noleggio e pulizia dei due bagni è complessivamente di 6.588 euro all’anno iva compresa, circa mille euro in più di quello che abbiamo speso lo scorso anno con i bagni standard,  ma è un servizio che vogliamo dare a tutti i frequentatori delle nostre sponde a lago e della nostra ciclopedonale nell’ottica dell’inclusione sociale e per un ulteriore valorizzazione del nostro brand Pescate”.