Attraverso i Bagni di Gong continua la gara di solidarietà per Sharon Racamato, la ragazza meratese – oggi residente nella bergamasca – che necessita di fondi per poter migliorare la propria autonomia negli spostamenti. Dopo massaggi e trattamenti shiatsu arriva un’altra iniziativa di Fisio2001 di Missaglia.

Bagni di Gong, vibrazioni di relax

I Bagni di Gong sono quindi sessioni di massaggio sonoro vibrazionale. Il suono generato dalla sollecitazione dei gong è particolarmente avvolgente, pieno, penetrante. Riempe quindi tutto lo spazio circostante in modo quasi tangibile, dando una sensazione di “immersione” a chi è in ascolto.
Oltre ai gong si usano spesso campane tibetane, cimbali, sonagli, conchiglie, koshi, tamburi. Stesi in ambienti energicamente puliti e silenziosi, ci si prepara quindi al bagno di vibrazioni muniti di cuscino e coperta.

I benefici

Tuttavia l’efficacia dei suoni a livello terapeutico non è certo cosa nuova. I bagni di gong si prefiggono quindi lo scopo di favorire lo stato meditativo aiutandoci ad accedere alle parti di noi più profonde, superando i limiti del pensiero logico. Difatti i suoni riuscirebbero a far vibrare più intensamente la parte emozionale. Secondo gli esperti potrebbero addirittura ripulire ferite emotive per mezzo della vibrazione sonora. E’ come se i suoni emessi massaggiassero la nostra interiorità sciogliendo eventuali energie bloccate, restituendoci un senso di profondo benessere ed energia. Infine essi favoriscono anche l’armonizzazione fra parte sinistra e destra del cervello. L’efficacia dei bagni sonori è stata persino riconosciuta da una ricerca dell’Associazione Europea Massaggio-Sonoro-Terapia del 2007. Ne è stato infatti riconosciuto il valore in relazione alle gestione dello stress, al miglioramento del rapporto con il corpo, con il riposo e la creatività.

Leggi anche:  Ludovica Pagani su YouTube per raccontarsi ai suoi fan

Raccolta fondi per una vita migliore

Mamma Romina infatti aveva lanciato una lotteria per raccogliere fondi. Tuttavia numerosi i contatti e le donazioni nonché le iniziative promosse da persone dal cuore grande per contribuire alla causa. Inizialmente l’idea era in sostanza quella di acquistare un sollevatore che permettesse di caricare la carrozzina motorizzata in auto. Tuttavia dopo alcuni colloqui con aziende specializzate l’obiettivo ora è quello di allestire un mezzo affinché Sharon possa salire a bordo senza problemi direttamente con la sua carrozzina.

Andamento della raccolta

Il fondo su Facebook “Raccolta fondi per migliorare la vita di Sharon” finora ha raccolto oltre 1000 euro, mentre il locale On-Off di Calusco d’Adda – grazie ad una serata dedicata – ha raccolto e devoluto ben 500 euro. Ad oggi i fondi raccolti hanno infatti superato i quattromila euro.

Prenotazioni e date

Nel mese di marzo sarà possibile prendere parte ai “Bagni di Gong” che si terranno nella mattinata di lunedì 12 marzo alle ore 9.30 oppure nelle serate di venerdì 16 e mercoledì 21 alle ore 21 presso lo studio Fisio2001 di Missaglia in via delle suffragette n. 2. Quanto raccolto sarà devoluto interamente alla raccolta fondi per Sharon. Per prenotarsi contattare il numero 338/4130420.