Auto Cogliati presenta la Tarraco: nuova ammiraglia del gruppo Seat. La presentazione ai clienti su invito che si è tenuta a Merate martedì scorso è stata per Auto Cogliati anche un’occasione per stilare un bilancio dell’anno appena concluso, con lo sguardo però già rivolto a progetti e obiettivi per il 2019.

2018: anno positivo per Auto Cogliati e Seat

«Il 2018 della Seat – ha dichiarato Lorenzo Cogliati, titolare di Auto Cogliati – è stato un ottimo anno che si è chiuso con un segno positivo, ovvero con un +10%. Anche noi abbiamo rispettato il trend della marca con un +12% ed è un gran risultato, soprattutto in relazione al fatto che il mercato automobilistico l’anno scorso ha chiuso con un segno negativo, al -3%. Siamo molto contenti perché si tratta di bei numeri e adesso con l’introduzione di questo nuovo modello ci aspettiamo di proseguire su questo trend positivo. Seat Tarraco è il top di gamma, si tratta del nuovo Suv di Seat ed è disponibile a cinque o sette posti. È la nostra ammiraglia e andrà a inserirsi sullo stesso segmento della Skoda Kodiac e della Volkswagen Tiguan. È una linea che per Seat mancava e quindi con questa abbiamo praticamente completato tutta la gamma».

Leggi anche:  La pioggia blocca i lavori, riaperto il ponte di Trezzo sull'Adda. Ecco quando chiuderà FOTO

I nuovi modelli hanno rinnovato tutta la gamma e permesso la crescita

Tra i modelli più richiesti si attestano la Seat Ateca, ma anche l’Arona. «Il +10% del 2018 è merito anche dell’inserimento sul mercato proprio di questi nuovi modelli che, con la Tarraco, hanno contribuito a rinnovare tutta la gamma. In un mercato che sta facendo un po’ fatica, avere una marca come Seat che sta andando bene permette di tirare un po’ il fiato. Secondo le previsioni del settore automobilistico per il 2019, il mercato dovrebbe essere ancora in flessione e il mese di gennaio lo ha dimostrato. Tuttavia per le nostre macchine spero e mi auguro una sorta di effetto traino dei buoni numeri registrati nel 2018 e quindi di riuscire a invertire il trend del mercato».