Assunto come vigile ma non aveva fatto il concorso. L’incredibile vicenda è successa a Calolziocorte. Il nuovo “ghisa” entrato in servizio  nei giorni scorsi è stato infatti licenziato dopo una settimana di lavoro. L’agente,  Davide Roberto Sanfilippo, sarebbe stato segnalato dal Comune di Monza. In realtà, ad aver superato la graduatoria era un omonimo. E’ stato quindi proprio il Comune di Monza ad avvisare il municipio calolziese dell’errore.

Non aveva superato il concorso

“Secondo l’amministrazione di Calolziocorte le colpe sono tutte del Comune di Monza che avrebbe segnalato un nominativo sbagliato” tuona Marco Ghezzi della Lega Nord Calolziocorte. “Ci chiediamo, molto sommessamente per evitare le solite accuse di strumentalizzazione, perché nessuno del Comune di Calolziocorte ha effettuato dei controlli? Le colpe sono sempre e soltanto degli altri?”. Peccato che nel frattempo “l’agente ha erogato sensazioni e forse qualche cittadino ha già pagato la relativa multa”.

La rabbia

“Ci domandiamo, sempre molto sommessamente per non infastidire la sensibilità di nessuno, che cosa stia succedendo dentro il Comune di Calolziocorte?” prosegue Ghezzi.  “A questo punto, non lo chiediamo nemmeno più al signor Sindaco e alla maggioranza in genere, tanto la risposta è il solito disco rotto: <tutto va bene, stiamo intervenendo ma non è colpa nostra e le critiche sono solo strumentalizzazioni>”.

Leggi anche:  Emergenza maltempo, allagamenti nel Lecchese FOTO e VIDEO