Per incentivare gli interventi di rimozione dell’amianto, il Comune di Lecco ha sottoscritto alcune convenzioni con operatori iscritti all’albo dei gestori ambientali che offrano, a prezzi calmierati e palesi ai cittadini dei territori comunali di Lecco e Valmadrera, i servizi di bonifica (rimozione e incapsulamento coperture cemento amianto), smaltimento manufatti in cemento amianto (come serbatoi, tubature e lastre), redazione documentale prevista dalla normativa (indice di degrado e programma di controllo), presidio telefonico attivo 8 ore al giorno dal lunedì al venerdì, servizio di campionamento materiali e pronto intervento entro 48 h (solo per eventi causati dal maltempo).

Sul sito internet del Comune di Lecco sono da oggi disponibili tutte le informazioni necessarie a questo collegamento.

Amianto: come avvalersi di un servizio a prezzi calmierati e richiedere un contributo

Sempre nell’ottica di sostenere gli interventi di rimozione amianto, la Giunta regionale ha inoltre approvato un bando di 1 milione di euro per l’assegnazione di contributi ai cittadini per la rimozione di coperture e di altri manufatti in cemento amianto da edifici privati. Al finanziamento sono ammessi fino al 50% delle spese sostenute. L’importo massimo finanziabile è di 15 mila euro e gli incentivi regionali sono cumulabili con le agevolazioni fiscali previste per gli interventi di riqualificazione energetica.

Leggi anche:  A Civate è tutto pronto per la Notte Bianca

Le domande vanno inoltrate al seguente link: https://www.siage.regione.lombardia.it/siage/welcome/idpc/page.

L’assessore all’ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi.

“Sono molto soddisfatto di queste misure che abbiamo fortemente voluto – dichiara l’assessore all’ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi. La creazione di queste convenzioni è stato il mio primo atto amministrativo appena assunto il mio ruolo, perché credo sia davvero importante creare i migliori presupposti perché i cittadini intervengano per la rimozione dell’amianto. In questo senso è fondamentale anche il supporto economico di Regione Lombardia e invitiamo i cittadini di Lecco a “combinare” questi due elementi: da un lato prezzi agevolati e chiari per i cittadini di Lecco, dall’altro delle risorse economiche che possono coprire fino al 50% delle spese.

Direi che ora – conclude l’assessore – i cittadini hanno davvero a disposizione tutti gli strumenti necessari affinchè la nostra città si possa definire sempre più libera dalla piaga dell’amianto”.

Maggiori informazioni a questo collegamento.