I Comuni dell’Unione Bellano e Vendrogno vicine ai paesi più colpiti dalle recenti alluvioni in Valsassina che quest’estate hanno lasciato ferite profonde nel territorio. I due paesi dell’Alto Lago hanno infatti deciso di destinare alle popolazioni di Casargo e Premana i fondi che saranno raccolti con l’ingresso all’Orrido nella giornata di Ferragosto e nel torneo di calcio e basket in programma il 14 settembre a Vendrogno.

I sindaci promotori: “Anche noi abbiamo provato sulla nostra pelle l’alluvione”

In queste settimane – spiegano il sindaco di Bellano Antonio Rusconi e quello di Vendrogno Leonardo Enicanti – abbiamo provato sulla nostra pelle cosa vuol dire vedere il proprio paese percosso dalla violenza dell’acqua e del fango, abbiamo visto frane bloccare le nostre strade, negozi case e perfino il Municipio di Bellano allagati, stradine crollate, valli piene di detriti, un albero che ha schiantato la passerella dell’Orrido fortunatamente senza coinvolgere persone, centinaia di miglia di danni; ma contemporaneamente è emerso il grande impegno e la solidarietà di tanti volontari, cittadini, istituzioni e forze dell’ordine”.

Doppia iniziativa di solidarietà per le alluvioni in Valsassina

E proprio seguendo questo principio di aiuto e solidarietà – continuano Rusconi ed Enicanti – abbiamo voluto dare una mano ai paesi vicini che più hanno subito la furia della natura, con la collaborazione di tante nostre associazioni. Abbiamo pensato di aiutare il Comune di Casargo, messo in ginocchio nei giorni scorsi dall’evento alluvionale, destinando l’intero incasso dell’Orrido nel giorno di Ferragosto al progetto #forzacasargo”. Il 14 settembre si terrà poi  a Vendrogno una giornata con un torneo di calcio, un torneo di basket e cena con serata musicale. L’intero incasso della giornata verrà destinato al Comune di Premana e al progetto #premananonsiferma, che ha subìto il 12 giugno scorso la violenta alluvione. Queste due iniziative – concludono i sindaci – mirano a raccogliere fondi per aiutare in modo concreto le due comunità, ma vogliono essere anche azioni per sensibilizzare chi verrà a conoscenza di questi gesti, chi visiterà l’Orrido, chi verrà a giocare o a mangiare a Vendrogno, sulla fragilità del nostro territorio e la necessità di fare squadra, fermarsi un attimo a riflettere e pensare non solo allo sviluppo dei nostri bellissimi luoghi, ma anche alla loro conservazione e messa in sicurezza. Un grazie alle associazioni che subito hanno accolto la nostra proposta e stanno aiutando fattivamente ed economicamente ad organizzare i due eventi, come le Pro Loco di Bellano e Vendrogno, la Polisportiva Bellano, il Cinema di Bellano, l’Avis Bellano, gli Amici di Ombriaco, e i numerosi volontari coinvolti”.