Alluvione di giugno: mutui sospesi per gli edifici danneggiati sul Lago e in Valle. Con l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 598 del 25 luglio 2019, pubblicato in G.U. n. 182 del 5 agosto 2019 è stata adottata una misura di sospensione del pagamento delle rate dei mutui a seguito della Delibera del Consiglio dei Ministri del 01/7/2019 ,con la quale è stato dichiarato per 12 mesi (e quindi sino al 1 luglio 2020), lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi metereologici che nei giorni 11 e 12 giugno 2019 hanno colpito il territorio delle Province di Lecco, Brescia e Sondrio.

LEGGI ANCHE Emergenza maltempo: scene di devastazione da Premana, Primaluna e Dervio 

Alluvione di giugno: mutui sospesi per gli edifici danneggiati sul Lago e in Valle

Per quanto riguarda la nostra provincia il provvedimento coinvolge i Comuni di Dervio, Premana e Primaluna. Poste Italiane infatti, in attuazione alle  disposizioni contenute nell’Ordinanza e d’intesa con le Banche finanziatrici  Intesa  Sanpaolo , Mediocredito Centrale S.p.A. Deutsche Bank , comunica che i soggetti  residenti o aventi sede legale/operativa nei comuni individuati che siano titolari di mutui relativi agli edifici distrutti o resi  inagibili, anche parzialmente, ovvero  relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici ,  previa presentazione di autocertificazione del danno subito resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445 e s.m.i., hanno diritto di richiedere alla Banca finanziatrice  , fino alla ricostruzione , all’agibilità o all’abilità dei predetti immobili e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, la sospensione delle rate dei mutui.

Leggi anche:  Sp72 del Lago a senso unico alternato fino a venerdì sera

Sarà possibile richiedere la sospensione dell’intera rata oppure della sola quota capitale.

Le due possibilità

A seguito della sospensione, per entrambe le opzioni, il piano di ammortamento riprenderà al termine del periodo di sospensione e si allungherà per un periodo pari a quello della sospensione stessa . Le garanzie costituite in favore della Banca finanziatrice per l’adempimento delle obbligazioni poste a carico della Parte Mutuataria mantengono la loro validità ed efficacia.

Nel caso di sospensione di mutui per i quali è prevista la rivedibilità del tasso a scadenze predefinite (cosiddetti mutui a tasso misto) le stesse saranno “traslate” per un periodo pari a quello della sospensione.

Qualora si scelga l’opzione 2), gli interessi maturati e dovuti per il periodo di sospensione verranno corrisposti alle scadenze originarie e calcolati secondo gli stessi parametri contrattuali sul capitale residuo così come rilevato alla data della sospensione. Al termine del periodo si riprenderà il pagamento delle  rate composte di quota capitale e quota interessi secondo il piano di ammortamento previsto dal mutuo.

La sospensione non comporta:

•L’applicazione di commissioni o spese di istruttoria;
•La modifica dei tassi/spread applicati al mutuo;
•La richiesta di garanzie aggiuntive.

TUTTE LE INFORMAZIONI E LE DATE