Codice arancione (moderata criticità) per temporali forti e rischio idrogeologico, a partire dal pomeriggio di oggi, mercoledì 21 agosto, su Laghi e Prealpi Varesine Alpi e Lario e Prealpi occidentali. Le zone più a rischio  sono quelle della Provincia di Lecco, quella di Como e quella di Varese. Dalla sera fenomeni più diffusi e organizzati su pianura centro-occidentale e settori prealpini occidentali, con possibile carattere di persistenza sulle Prealpi centro-occidentali e sull’alta pianura occidentale e al confine con il Piemonte.  Lo comunica la Sala operativa della Regione Lombardia la cui attività è coordinata dall’assessore regionale al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni.

LEGGI ANCHE

Ancora una notte di delirio: bomba d’acqua e tempesta sul Lecchese FOTO

Raffiche di vento e pioggia sferzante: notte da incubo nel Lecchese FOTO E VIDEO

Maltempo: all’allerta per temporali forti si aggiunge anche quella idrogeologica. Stanotte danni e disagi per le bombe d’acqua FOTO

Nubifragio Oggionese: emergenza rientrata, strade riaperte

Enormi massi tra Bormio e Santa Caterina: strada chiusa per frana FOTO

Emergenza maltempo: frana a Osteno, chiusa la Provinciale

Allerta meteo: il codice sale ad arancione

Nell’Avviso di criticità si sottolinea come nel corso della nottata sia possibile una estensione dell’attività temporalesca sulla bassa pianura occidentale mentre altrove sara’ probabile la persistenza delle precipitazioni, con attivita’ temporalesca in graduale diminuzione. Viene valutata come ‘Alta’ la probabilità di temporali forti, fino alla prima mattinata di domani giovedì  22 agosto, sulle Prealpi centro-occidentali; ‘Media’ su Valchiavenna, Prealpi orientali, area Milanese e Pianura centro-occidentale. Sulle restanti aree possibili temporali in forma più sporadica e generalmente meno intensa.

Leggi anche:  Allerta meteo: scatta il codice arancione

Le previsioni

In base alle previsioni meteorologiche elaborate dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) della  Lombardia con il Servizio Meteorologico Regionale (SMR), sulla regione permangono condizioni di instabilita’ legate all’ingresso di una saccatura sul Mediterraneo, la quale mantiene un flusso in quota marcatamente umido e instabile sud-occidentale. Nel corso della serata e’ previsto inoltre l’ingresso di aria relativamente piu’ fredda in quota, unita ad una moderata avvezione umida negli strati più bassi.

Il centro monitoraggio rischi

Il Centro funzionale monitoraggio rischi di Regione Lombardia assicura l’attività di monitoraggio dell’evoluzione degli eventi meteorologici e degli effetti al suolo, a supporto dei presi’di territoriali e delle autorità  locali. Gli scenari di rischio previsti vengono aggiornati costantemente mediante l’integrazione dei dati previsionali con i dati registrati e le informazioni provenienti dal territorio.  Nell’Avviso di criticità si chiede pertanto di segnalare con tempestività eventuali criticità che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala operativa di Protezione civile regionale: 800.061.160
o via mail all’indirizzo:  cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it