Allarme polmonite, sale il numero dei contagi e si allarga la zona rossa. Più di 15o i casi accertati nei paesi della Bassa Bresciana.

Allarme polmonite

Sarebbero più di 150 i casi accertati in questo momento. I paesi coinvolti: Montichiari, Carpenedolo,  Visano, Remedello, Acquafredda e da qualche ora l’allerta ha interessato  anche Calcinato, Ghedi e Montirone. Sono saliti in queste ore i casi accertati agli ospedali di Montichiari, Desenzano, Manerbio, Gavardo, Castiglione delle Stiviere e Asola.

Aggiornamento delle 17.30 – Due decessi

Il Direttore generale di Ats Carmelo Scarcella ha annunciato che in un incontro ufficiale è stato chiesto ai gestori degli acquedotti di rendere note le procedure di sanificazione e le modalità di controllo. Solo così si potrà infatti cominciare a comprendere se vi sono criticità. Al momento sono stati registrati due decessi. Si sta analizzando la situazione per comprenderne le cause.

Indagini in corso

In seguito ai recenti casi di polmonite riscontrata in residenti dei Comuni della Bassa Bresciana orientale, si comunica che sono state attivate da parte dell’Ats azioni d’indagine epidemiologica e ambientale per individuare possibili collegamenti tra i diversi casi. L’Ats di Brescia sta svolgendo da questa mattina (08/09/2018) campionamenti ambientali in diversi punti dei Comuni maggiormente interessati che saranno processati dal Laboratorio di prevenzione di Ats.