Un lutto profondo ha colpito il mondo degli appassionati di calcio a 5 del Lecchese e della Brianza: Patrik Frigerio, per tutti Hierro, è morto nella mattinata di venerdì a causa di una malattia improvvisa.

Addio Hierro, sei stato un campione

Patrik Frigerio, per gli amici Hierro come il grande capitano del Real Madrid, abitava a Caprino Bergamasco e il 24 dicembre avrebbe compiuto 38 anni. La sua morte, avvenuta venerdì mattina, ha presto fatto il giro del territorio lasciando sgomenti i suoi tantissimi amici e conoscenti. Molti di loro non sapevano della malattia che aveva scoperto solo poche settimane fa: un male terribile, che lo ha strappato alla vita in modo improvviso. Hierro nel mondo del calcio a 5 dilettantistico era una vera e propria istituzione: questa sera, in occasione del match di coppa contro il Kaos Mantova, i Saints Pagnano gli dedicheranno una maglietta. Le sue amicizie sono strettamente legate proprio a quell’ambiente, dalla Polisportiva Carennese al “giro” del centro sportivo L’Amico Charly di Imbersago, dove Frigerio era un vero e proprio habitué dei tornei e dei campionati organizzati da Maurizio Pirovano.

Leggi anche:  A Lecco la presentazione del libro curato da Yuri Guaiana per parlare dell'omofobia

Tantissimi i ricordi

Profonda la commozione dei suoi tantissimi amici e conoscenti. Nel giro di poche ore dalla notizia della sua morte la sua bacheca di Facebook si è riempita di messaggi pieni d’affetto e incredulità. In tanti nella mattinata di oggi ha partecipato al funerale che si è tenuto nella chiesa parrocchiale di Caprino Bergamasco.