Sono quasi 20 i minuti che la tangenziale di Morbegno ha regalato agli automobilisti dopo la sua inaugurazione. Di fatto ora la Valtellina è più vicina.

Orario di punta

20 minuti ottenuti dalla possibilità di non passare dal centro abitato della Città del Bitto. Nessun attraversamento pedonale, nessuna rotonda tra lo svincolo di Tartano e Cosio Valtellino. Ieri, mercoledì 31 ottobre 2018, abbiamo voluto provarla in un orario “di punta”. Intorno alle 7.30 in direzione Lecco provenendo da Sondrio il traffico è stato scorrevole. Davanti a noi per tutto il tempo un mezzo pesante ma questo non ci ha rallentato. Senza intoppi e mantenendo una velocità costante, dopo la rotonda del Tartano, abbiamo superato le due gallerie procedendo su un unica corsia. Poi arrivati a Cosio Valtellino abbiamo potuto superare il camion grazie allo spazio fornito dalla doppia corsia della Statale 38 realizzata nel 2013. Il viaggio per arrivare a Lecco è stato di sicuro più breve e certamente più rilassato, libero dell’ansia di trovare coda a Morbegno.

Leggi anche:  Bimbi dimenticati in auto, un'altra tragedia: come prevenire. Seggiolini salva bebè, presto la norma

 

 

Passaggio in città dopo l’inaugurazione della Tangenziale di Morbegno

Al ritorno, intorno alle 15, abbiamo deciso di passare nel centro città. Subito davanti a noi si è presentato un carico eccezionale. Un ottimo test per la nuova viabilità morbegnese. Lento e pesante il rimorchio è avanzato in modo costante. Ha rallentato alle rotonde ma queste non ne hanno interrotto la marcia. Attraversare Morbegno con davanti un “mostro” della strada non è stato quindi difficile, condizione che invece prima del 29 ottobre avrebbe comportato un notevole ritardo rispetto alla tabella di marcia prefissata.

 

 

LEGGI ANCHE: Apre la Tangenziale di Morbegno