Milano non odia è l’iniziativa andata in scena ieri sera, lunedì 11 novembre 2019 al binario 21 della Stazione Centrale. Un presidio con moltissime persone nonostante la pioggia, dopo le polemiche dei giorni scorsi per l’assegnazione della scorta alla senatrice a vita.

LEGGI ANCHE  Liliana Segre minacciata, proposta di cittadinanza onoraria lecchese: “La sua scorta siamo noi”

Presidio per Liliana Segre

In tanti hanno deciso di esserci:

“E’ importante per noi, è importante per la città, è importante per le generazioni che verranno”.

“Ho avuto il piacere di sentire parlar Liliana Segre già diversi anni fa e raccontare la sua esperienza. Penso che sia importantissimo essere qua perché stiamo perdendo un po’ di quelli che dovrebbero essere i valori fondanti della nostra società”.

Queste alcune delle parole usate davanti al binario 21 da dove partirono gli ebrei verso i campi di concentramento.

“Sappiamo che l’odio ha portato delle cose terribili in Europa e nel mondo e continua a portarlo. Non c’è altra strada devono capirlo anche loro: il padre di famiglia, le mamme, i figli, i giovani che vanno a votare già a 18 anni. Devono capirlo tutti”.