Un braccialetto elettronico per ogni bambino. In modo da controllarne la presenza, evitare che porti con sé denaro contante e per iscriverlo con maggiore facilità al Cre e alle altre attività.

Braccialetto elettronico al via la sperimentazione a Casatenovo

La sperimentazione di «Sansone» – questo il nome del progetto già in uso in alcune parrocchie – a Casatenovo sta partendo proprio in questi giorni. Circondato, in realtà, da un velo di scetticismo da parte di alcune famiglie, che forse non ne hanno ancora colto fino in fondo le potenzialità.
«Abbiamo iniziato la fase sperimentale legata alle iscrizioni all’oratorio estivo – ha spiegato don Andrea Perego, vicario della pastorale giovanile – Ogni ragazzo iscritto avrà un braccialetto elettrico, il genitore riceverà via mail un codice e una password e potrà accedere, da casa, da smartphone, al programma ed iscriversi agli eventi che ritiene opportuno».

Come funzionerà il braccialetto

Il vantaggio dell’informatizzazione di tutti i servizi è importante. «Ogni profilo avrà un credito che viene gestito come una carta prepagata, occorre infatti avere credito per iscriversi alle attività che verrà automaticamente scalato ogni volta che verrà usato – ha continuato don Andrea – Se invece l’evento è gratuito, ovviamente il credito non verrà intaccato. Quindi, la logica non è più portare cinque euro per iscriversi a un solo pasto, ma accreditare quantomeno una cifra che consenta di iscriversi a più attività. Il credito, infatti, vale tutto l’anno e anche per i prodotti del bar dell’oratorio. Sarà possibile caricare su un braccialetto una cifra spendibile al bar con la possibilità di impostare un tetto massimo di spesa oltre al quale il proprio figlio non potrà più comprare. In questo modo si elimina il contante in oratorio e i possibili furti dagli zainetti o smarrimenti dalle tasche».

Leggi anche:  E' ufficiale: monsignor Milani sarà il nuovo prevosto di Lecco VIDEO

Casatenovo pioniere in Brianza

Il progetto di smaterializzazione del denaro e delle pratiche di iscrizione è già diffuso in altri oratori, ma nella Brianza casatese e meratese Casatenovo farà da pioniere.
«Grazie all’account virtuale i genitori possono evitare di incastrare gli orari di lavoro per venire in segreteria parrocchiale a iscrivere i figli al Cre, al catechismo, alle gite, ai ritiri e a tutte le attività – ha argomentato don Andrea – Sono certo che ci sarà un po’ di scetticismo all’inizio, perché il braccialetto elettronico può apparire come uno strumento di controllo, ma è evidente che non è così. Anche quello ha una funzione educativa, di responsabilizzazione ad esempio nel non sprecare denaro in acquisti inutili. Non vedo grossi problemi di applicazione, ognuno ha uno smartphone o un computer, basta quello per gestire tutto quanto».