Sanremese-Lecco, ovvero quando i blucelesti diventarono gialli.

Sanremo è… Quando il Lecco giocò in maglia gialla

Sanremo, terra di musica e fiori. Ma anche di calcio: la Sanremese, club locale dal passato glorioso, ha disputato tre stagioni in Serie B negli anni Trenta, e non più tardi di 10 anni fa si trovava in Serie C2. Lo sanno bene i tifosi del Lecco, che forse ricorderanno una partita epica che proprio si giocò a Sanremo, match chiave per la stagione bluceleste 2006-2007, conclusasi con la vittoria ai play-off e la promozione in Serie C1.

L’affaire della maglia

Una partita, quel Sanremese-Lecco, da ricordare quanto meno per la divisa con cui scese in campo il Lecco. Né il bluceleste canonico, né una divisa bianca o granata di riserva, come vuole la tradizione del club. Bensì una maglia gialla fosforescente con inserti blu: altro non era che la seconda maglia del club di casa, prestata per l’occasione alla squadra ospite. L’arbitro Didato di Agrigento, infatti, era stato particolarmente fiscale e aveva vietato al Lecco di indossare sia prima che seconda maglia, troppo simili, a suo modo di vedere, a quella dei liguri.

Leggi anche:  Le mani di un brianzolo sulla medaglia d’oro olimpica di snowboard

Vittoria e amarezza

Così, con la divisa gialla addosso, il Lecco scese in campo contro l’ultima in classifica alla penultima di campionato: i ragazzi di Sannino, secondi in graduatoria tre punti dietro al Legnano, si giocavano proprio con il club lilla la promozione diretta. Finì 2-1 per i “blucelesti” (virgolette doverose per l’occasione), in virtù delle reti di La Cagnina e Galli, due dei protagonisti di quella bella stagione. Un match giocato bene, forte anche del ricco accompagnamento del pubblico lecchese, giunto in massa in terra ligure. Ma non bastò: in contemporanea, infatti, il Legnano vinse a Varese 1-0, con gol “olimpico” direttamente da corner di Ambrosoni, e prese il treno più rapido per la C1. Ma per il Lecco la gioia più bella sarebbe arrivata solo poche settimane dopo, con la vittoria ai play-off contro il Pergocrema e la promozione. Stavolta con addosso i colori blucelesti.