Oggiono si prepara ad ospitare un evento di boxe che si preannuncia di grande interesse: The Jolly’s Belt. Sabato 28 aprile alle ore 18.30 la Palestra Bachelet aprirà le proprie porte al pubblico interessato alla serie di 10 incontri che vedranno combattere pugili dilettanti, élite e professionisti, selezionati per fornire uno spettacolo sportivo di alto livello.

Boxe a Oggiono

Le competizioni agonistiche saranno precedute, nel pomeriggio dello stesso sabato, alle 16, da una tavola rotonda allestita presso la Sala Consiliare del Comune di Oggiono, in Piazza Garibaldi 14, a cui parteciperà l’ospite della manifestazione, l’indimenticabile Patrizio Oliva, campione olimpico a Mosca nel 1980 e campione del mondo, considerato uno dei maggiori fuoriclasse della storia del pugilato italiano. La conferenza sarà aperta al pubblico e tratterà un tema particolare: lo sport come mezzo di inclusione.

Patrizio Oliva

“Mi piace incontrare i giovani -, dice Patrizio Oliva -, perché lo sport è molto utile per migliorarli e spesso può rappresentare un’opportunità di riscatto nella loro vita”. L’idea di impiegare lo sport per far superare ai ragazzi momenti di difficoltà costituisce infatti un elemento fondamentale per l’attività dell’Associazione Milleculure, che il campione azzurro sostiene e promuove, con l’obiettivo di inseguire e realizzare il valore sociale dello sport. Incontrare Patrizio Oliva permetterà quindi agli appassionati di riflettere anche sui valori e sui principi che lo sport può trasmettere, suscitare e diffondere, in ogni disciplina.

La serata sarà condotta dallo speaker ufficiale Sonia De Biase, campionessa europea di boxe in ambito femminile.

Il programma

Il programma prevede l’inizio alle ore 19:30, con una dimostrazione di baby boxe: i bambini si cimenteranno in tre rounds da un minuto ciascuno. I cinque incontri dei dilettanti inizieranno subito dopo. Edison Musai sfiderà Khalil Ouazari nei pesi mosca. La categoria superleggeri vedrà combattere Onur Aktas contro Donato Maffucci e Vaca Ricardo contro Jam Paul Davila Bendezu. Nei mediomassimi, Dodic Daniel affronterà Elia Kraft, mentre Andrea Cristini si troverà di fronte a Luca Dima.

Leggi anche:  Tutti pazzi per la boxe: bimbi e donne sul ring VIDEO

Tra gli élite, sono stati programmati tre matches con i portacolori del team Caloi: Bruno Maraja (superleggeri), Gazment Halimi e Fabrizio Frateschi (pesi medi), opposti rispettivamente a Luigi Veglia (team First’s Evolution), Akrem Ben Haj Aouina (A.S.D. Padova Ring) e Hysenllari Florian (Boxe Inferno).

I profssionisti

Gli incontri dei professionisti, impegnati in 6 rounds, inizieranno dopo la dimostrazione di Rock Steady Boxing (metodo utilizzato per i malati di parkinson), prevista alle 22:30. Joshua Nmomah (Opy 82) si scontrerà con il bosniaco Jovica Kokot nella categoria pesi medi. Il match dei superwelter presenterà il confronto tra Samuel Nmomah (Opy 82) e il piemontese Gabriele Gitto.

“Sono molto contento dell’organizzazione della competizione -, dice Michele Gilardi, allenatore della palestra The Jolly Stompers e portavoce dell’omonima A.S.D., che ha promosso il ritorno della nobile disciplina a Oggiono -. Con Ferdinando Pucci Ceresa abbiamo fatto un ottimo lavoro in fase di programmazione e cura dei dettagli. Gli incontri sono tutti di notevole qualità. The Jolly Stompers presenterà alcuni dei suoi migliori atleti: Musai, Aktas, Dodic e Cristini. Quest’ultimo, tra l’altro, è all’esordio nelle gare ufficiali”.

La cintura

I vincitori di ogni match riceveranno in premio la cintura (“Belt”) della manifestazione. L’evento, che quest’anno farà registrare la prima edizione, ha ottenuto il patrocinio del Comune di Oggiono e della sezione di Lecco del Panathlon International. Anche la Federazione Pugilistica Italia ha dato il proprio nulla osta e sarà rappresentata dal Presidente del Comitato Regionale Lombardia, Massimo Bugada.

Gli ingredienti ci sono tutti. The Jolly’s Belt potrà crescere, nei prossimi anni, per diventare un meeting di rilievo e affermarsi nel panorama del settore.