I Gamma si regalano una serata con Tom Randall per festeggiare i 40 anni.

I Gamma si regalano una serata con Tom Randall

Per festeggiare i propri quarant’anni di vita, i Gamma si regalano un evento con i fiocchi. Ad aprire le manifestazioni celebrative del gruppo alpinistico lecchese, nella serata di martedì 10 aprile alle 21, al Cine Teatro Palladium di Lecco ci sarà infatti Tom Randall, uno dei climbers più prestigiosi che hanno fatto ritorno alla pratica dello stile tradizionale dell’arrampicata, quello che viene definito trad climbing.  Scriveva Maurizio Oviglia, già una diecina di anni fa:  “Questo termine sembra infastidire proprio gli arrampicatori tradizionali, mentre i più interessati a questa nuova “onda” sono proprio i giovanissimi, magari in possesso di un buon livello in arrampicata sportiva, ma in cerca di emozioni e novità che la difficoltà delle arrampicate super sicure non riesce più a dare”. Forse queste poche parole riescono a fornire un’idea dell’arrampicata “trad”: uno stile che rifiuta quasi tutte le attrezzature usate per arrampicare, limitandosi a disporre di nuts e friends.

Stupore e divertimento assicurati

Ne capiremo certo di più dopo aver assistito alla serata offerta dai Gamma, che sono riusciti a raggiungere il difficile traguardo di uno dei massimi esponenti del “trad” grazie al sostegno dei main sponsor – DF Sport Specialist, CAMP, Rock Experience con RAB e i   premium sponsor – vinicola Mauri, ICAM, Carozzi, ed alla preziosa collaborazione di Luca Calvi, che sarà pure il conduttore-interprete della serata. Ci sarà molto di che stupirsi e divertirsi di fronte al racconto e alle immagini di questo giovane inglese, che non si adatta a ripercorrere le più impegnative vie di arrampicata già aperte, ma è sempre alla ricerca di cose difficili e complicate, come lui intende precisare.

Leggi anche:  Saggio finale dell'Asd Sport Gam TUTTE LE FOTO

Randall: “Preferisco realizzare una nuova via che ripeterne altre cento”

“L’apertura di nuove vie in stile tradizionale è per me la forma più importante di arrampicata. Preferisco realizzare una nuova via piuttosto che ripeterne cento altre” sostiene Tom Randall. Del resto, che fosse un personaggio di eccezionale richiamo, se ne erano accorti ben presto anche i responsabili del prestigioso marchio “RAB”, che si sono premurati di prenotarlo come loro testimonial. “Lo potremo verificare, ma siamo già certi che non deluderà nessuno”, assicura Renato Frigerio.