Record infranti per la 7° Monte Barro Running con la coppia Bernard Dematteis e Samantha Galassi .

Giornata di sport

In regia i volontari del Gruppo Podistico Libertà che, con l’aiuto delle altre realtà associative, hanno organizzato una giornata perfetta per gli oltre 550 atleti iscritti.
Il vice campione italiano di corsa in montagna ha dominato fin dai primi chilometri imponendo il ritmo della gara. Ha affrontato 15,5 km di percorso per 850 metri di dislivello in 1h14’ 2 ‘’ chiudendo davanti a Fabio Bazzana (Valetudo – Serim) con il tempo di 1h17’05” e Elia Balestra (Atletica Valle Brembana) in 1h17’17”.
Tempi da paura per questa edizione, che ha visto abbassare il record di gara di 4’. Migliore tra i galbiatesi il giovanissimo Andrea Rota, settimo assoluto in 1h20’58” e vincitore dell’edizione 2017.
«Mi sono innamorato di questi luoghi – ha confessato Dematteis all’arrivo -. Gli organizzatori quanto i volontari sono stati straordinari. Mi sono sentito a casa, grazie per le emozioni che ho vissuto».

Leggi anche:  NP Olginate si gioca la stagione in 80 minuti

Galassi regina del Barro

Nella gara femminile è Galassi a fare la differenza. Per lei un tempo di 1h32’43”, al secondo posto Anna Caglio (Polisportiva Besanese) che ha tagliato il traguardo in 1h38’04” e al terzo Chiara Fumagalli (I Bocia di Verano Brianza) che ha chiuso in 1h38’53”.

Gara Junior da record

Emozioni incredibili alla Monte Barro Junior (premio Barbara Borlenghi) con ben 111 giovani promesse al via.
Il calore del pubblico e l’entusiasmo dei giovani corridori. La classifica ha visto trionfare per numero di partecipanti gli alunni di terza della scuola primaria di Galbiate (31 iscritti) , al secondo posto gli alunni di prima e al terzo posto gli alunni dell’Ima (Istituto Maria Ausiliatrice) di Lecco.