Padernese sei volte sul podio agli Italiani indoor di pattinaggio.

Padernese sei volte sul podio agli Italiani indoor di pattinaggio

Bel bottino di medaglie, sei, per la pattuglia di otto atleti della Padernese  ai Campionati Italiani Indoor all’Adriatic Arena di Pesaro. Terzo gradino del podio per Marco Bedon tra gli allievi che dimostra di avere buona forma, ma compie alcune ingenuità tattiche. Ottime prestazioni anche per Gabriele Baietta: di particolare rilevanza il suo 11° posto nella 3000 a punti, con gara tiratissima dal primo all’ultimo metro. “Gabriele – commenta l’allenatrice Umbertina Ravasi – dimostra una continua crescita di prestazioni frutto dell’encomiabile impegno che mette in campo ad ogni allenamento”.

Bronzo insperato per Claudia Peretti

Tra gli juniores buona forma, ma pochissima fortuna per Simone Pedrinelli che giunge 13° nella gara sprint, vittima di una caduta causata da un avversario all’ultimo giro della gara di qualifica della 1000 m. che lo estromette da una promettente finale.
Ottimo 12° posto invece per Michael Colangelo nella gara sprint, decisamente in miglioramento rispetto alla precedente annata agonistica. Nelle categorie femminili bellissime gare per Arianna Bonalume, che sorprende tutti con un favoloso secondo tempo di qualifica nella gara sprint, che poi conferma con un sicuro passaggio dai quarti di finale alla semifinale. Qui l’emozione la fa incorrere in una fatale partenza falsa che la estromette dalla possibilità di tentare l’ingresso nella finale a 4.
Finale raggiunta e medaglia al collo invece per Claudia Peretti che, pur dolorante per un grave problema al malleolo, riesce a lottare tenacemente e ad aggiudicarsi un insperato bronzo.

Leggi anche:  Il Giro d’Italia 2018 arriva in Lombardia

Staffetta d’argento, Corsini terza nella 1000

Bellissima tecnicamente Alessia Lorini, sempre combattiva ma poco fortunata, che conquista un buon 9° posto nella affollata gara sprint, ma soprattutto dimostra ottima gamba nella qualifica della 1000 m. accedendo con facilità alla semifinale, dove è vittima di un fallo da squalifica (sanzione comminata) a 2 giri dal termine; inspiegabilmente però la giuria non le assegna il passaggio in sovrannumero alla finale, provvedimento che sembrava logico, vista la gravità del fallo subito.
Giulia Corsini torna a casa con due belle medaglie da aggiungere al suo già molto ricco palmarés: non particolarmente brillante nella gara a punti del venerdì si rifà subito il giorno successivo conquistando il terzo gradino del podio nella 1000 m. Poi, nella giornata conclusiva, con le compagne Arianna Bonalume e Alessia Lorini conquista una brillantissima seconda piazza che conferma la staffetta padernese tra le più performanti in assoluto del panorama italiano di categoria: 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo negli ultimi quattro Campionati italiani fanno del terzetto granata uno dei più temuti in assoluto. Grazie alla ottime prestazioni dei loro giovani atleti i coniugi lecchese Gianni Peverelli e Umbertina Ravasi portano l’Asd Padernese al 16° posto nella speciale classifica dei sodalizi, che vedeva una settantina di società rappresentate a questo Campionato invernale.