Anche a Lecco i cittadini, come in gran parte dei collegi elettorali di tutta Italia, quando si recheranno alle urne il 4 Marzo troveranno sulla scheda il simbolo della lista “Per una sinistra rivoluzionaria”.

Sinistra Rivoluzionaria anche a Lecco

Si tratta del risultato di un percorso in cui Sinistra Classe Rivoluzione, gruppo marxista attivo anche a Lecco, e il Partito Comunista dei Lavoratori, si sono impegnati per offrire un’alternativa reale di sinistra in un panorama politico dominato da discorsi e prospettive in gran parte di destra.

Il coordinatore

“Per una sinistra rivoluzionaria rappresenta un’alternativa anche rispetto a quelle forze che, pur collocandosi in un ambito di sinistra, raccontano la favola che questo sistema economico, sociale e politico – che si chiama capitalismo – può essere aggiustato con qualche riforma e qualche regola in più” spiega Marco Usuelli, coordinamento Nazionale Sinistra Classe Rivoluzione “Noi diciamo invece che deve essere ribaltato radicalmente perché non funziona se non nell’interesse di pochissimi eletti e condannando tutti gli altri ad una vita di precarietà, quando non di vera e propria miseria”.

 

Leggi qui il programma dettagliato www.rivoluzione.red.

Lotta alle disuguaglianze

Secondo uno studio dell’Oxfam, negli ultimi 20 anni il 10% più ricco della popolazione italiana è passato dal possedere il 40 al 55% della ricchezza nazionale. Mentre l’1% al top possiede il 20% delle ricchezze del nostro paese.” Stiamo assistendo ad una campagna elettorale in cui ciascuna forza politica fa a gara a rincorrere e superare le altre nell’uso di luoghi comuni, ragionamenti e discorsi più o meno velatamente razzisti” prosegue Usuelli. “Noi crediamo che quelli che rubano il futuro sono proprio il pugno di privilegiati di cui sopra, che ha accumulato una ricchezza oscena e ingiustificabile. Il 4 Marzo chiediamo un voto per la Sinistra rivoluzionaria, ma soprattutto chiediamo un impegno attivo e militante. 50 anni fa, nel ’68, la grande rivolta degli operai e dei giovani fece tremare i padroni di tutto il mondo. Facciamo rivivere quella voglia di cambiare in questa battaglia elettorale e nel nostro impegno futuro!”.

Leggi anche:  Pd Casatenovo contro le scritte sui muri: "Vandali, smettetela!"