Dai risultati delle elezioni politiche del 4 marzo scorso è nata con l’assemblea costituente dello scorso 5 maggio Più Europa Lario.

Più Europa Lario

La nuova associazione politica del territorio lariano va a coinvolgere i soggetti che si erano candidati lo scorso 4 marzo alle elezioni politiche. In una campagna elettorale breve e con la difficoltà di essere una forza politica alla prima esperienza, Più Europa aveva raggiunto buoni risultati alle elezioni. I risultati nelle città di Como e Lecco alle politiche sono stati rispettivamente 4,70% e 3,69% alla
Camera e al Senato. “Vogliamo concentrarsi nelle province e nei piccoli paesi, per far conoscere il simbolo e le idee che spingono questo movimento” fanno sapere dalla nuova direzione.

Guida lecchese

A guidare la nuova forza politica lariana la lecchese Novella Ciceri, segretario, il comasco Luca Monti, presidente, e il brianzolo Luca Maggioni, tesoriere. “Al momento questa è la prima ed unica associazione territoriale che vuole dare un seguito al progetto politico di Più Europa; l’auspicio è che presto molti altri possano seguire questo esempio, per dare un forte segnale ai quasi 900mila elettori che hanno scelto di votare Più Europa il 4 marzo – fanno sapere in una nota i lariani – A livello nazionale, abbiamo avuto quattro eletti in Parlamento con le candidature uninominali; da lì vogliamo partire per crescere e sviluppare un realtà nuova”.

Leggi anche:  Vaccini: Arrigoni in campo al Senato per modificare la Legge Lorenzin

Il futuro

Poi una riflessione sull’attesa per la formazione del nuovo governo nazionale. “La situazione politica di stallo ci mostra tutte le difficoltà e incoerenze della politica di questa ‘terza repubblica’, che non riesce a vedere la luce. Gli italiani hanno bisogno di risposte di fronte al mondo che cambia velocemente e alle sempre maggiori disuguaglianze in campo economico e sociale”.

La prima azione intrapresa dall’associazione dalla sua fondazione è stata l’adesione alla March For Europe, organizzata per sabato 12 maggio a Milano. L’evento sarà preceduto da un’assemblea pubblica con dichiarazione di intenti comuni per un’Europa federale.