La minoranza Cernusco si scaglia contro l’aggregazione tra Lario Reti Holding e A2A e lo fa pubblicando un manifesto in piazza.

Minoranza Cernusco contro il patto di segretezza

A far infervorare la minoranza Identità e Futuro Nostro Cernusco capitanata da Gennaro Toto, il tanto discusso vincolo di segretezza. Per accedere agli atti integrali, infatti, i consiglieri avrebbero dovuto sottoscrivere un patto. Obbligo quindi per loro la non diffusione di informazioni riservate. Dopo aver, per questo motivo, abbandonato l’aula durante lo scorso Consiglio comunale, continua la protesta del gruppo. Se Salvatore Krassowski ha deciso di fare ricorso al Tar, Toto e i suoi hanno invece appeso per il paese il manifesto informativo per i cittadini.

Il testo completo del manifesto

“L’Amministrazione De Capitani e l’assessore Villa non tengonoin considerazione il parere dell’Anac (Autorità Anti Corruzione) presieduta da Raffaele Cantone, venuto a Cernusco a spiegarci quanto è importante rispettare la legalità e la trasparenza.
Nell’ultimo consiglio comunale noi come gruppo di minoranza di IFNC: ci siamo rifiutati di discutere il punto all’ordine del giorno che
riguardava il processo di aggregazione tra A2A e Lrh. Perché? Non ci venivano forniti liberamente i documenti per la presa visione e la
valutazione del procedimento, inoltre abbiamo recepito la delibera dell’Autorità Anti Corruzione che si esprime in maniera non favorevole a questo tipo di processi.
Ma la minoranza di Cernusco Lombardone è sempre bastian contraria? No! Non siamo soli. La pensano come Noi: l’intero CC di Merate, l’intero CC di Lomagna (guida PD), la maggioranza di Olgiate, la maggioranza di Sirone ecc. La delibera di CC a Cernusco è stata votata da tutti i consiglieri della maggioranza nonostante la documentazione sia stata visionata da soli 3 componenti e il Sindaco, gli altri hanno votato al buio non avendo firmato il patto di segretezza che consentiva il pieno accesso agli atti.
Questo processo porterà ad un aumento delle tariffe finalizzato a generare dividendi per i Comuni, vale a dire una nuova tassa da
aggiungere a Tari e Imu.
Il gruppo consigliare IFNC augura a tutti i Cernuschesi una buona Santa Pasqua.