Intervento dei Gd Lecco dopo la settimana rovente patita dai pendolari della linea ferroviaria Lecco-Milano. I Giovani democratici della provincia di Lecco hanno diffuso un comunicato in cui  bollano la situazione come “totale fallimento” della giunta regionale.

La “condanna” dei  Gd Lecco

“La situazione dei treni in Lombardia è diventata insostenibile, la settimana appena conclusa ha dimostrato il totale fallimento della giunta di Roberto Maroni nella gestione dei trasporti”. Così Davide D’Occhio, segretario provinciale dei Giovani Democratici di Lecco. Il commento riguarda i disagi che negli scorsi giorni hanno subito centinaia di pendolari lecchesi.
“Regione Lombardia controlla Trenord – aggiunge – Questo determina una sua forte influenza nella gestione della società. Di conseguenza la piena responsabilità, anche politica, della Regione nella totale debacle di Trenord nella gestione del trasporti su rotaia. Gestione che nella giornata di ieri ha visto la disperazione dei pendolari per i ritardi che ammontavano fino a 120 minuti”.
“Maroni dovrebbe chiedere scusa ai cittadini lombardi. Cittadini di una Regione che rappresenta un’eccellenza nel panorama italiano e che avrebbe tutte le potenzialità per competere con le regioni metropolitane europee più sviluppate. Per fare ciò – prosegue D’Occhio – è però evidente la necessità di imprimere un cambio di passo alla guida ciellino-leghista. Guida che da più di 20 anni si è adagiata sulla vuota retorica dei primi della classe”.
“Il centrodestra si è rivelato essere inadeguato alla guida di una Regione così importante. Nel 2018 – conclude il segretario dei giovani dem – avremo l’occasione per voltare finalmente pagina”.