Mancano giusto una manciata di sezioni il Lombardia (scrutinate 9.215 / 9.227). Come largamente annunciato il nuovo Governatore è Attilio Fontanta che ha ottenuto il 49,74% delle prferenze. 29,09% per il cndidato dem Giorgio Gori, 17,36% per il pentastellato Dario Violi e 1,93% per Onorio Rosati di Leu.

Nella nostra provincia Fontana ha ottenuto una percentuale ancora maggiore ovvero 51,85. Il primo partito nella coalizione di centrodestra è la Lega con il 33,44%. Giorgio Gori nel lecchese ha superato di poco i 30% (30,08) e il Partito Democratico ha raccolto il 20,54% delle preferenze. Più bassa rispetto alla media regionale la percentuale dei votanti per Dario Violi ovvero 15,29 mentre per Rosati, nel lecchese, ha votato il 1,84%

 

 

AGGIORNAMENTO 21.20 le sezioni scrutinate sono 4.364  su  9.227 e Fontana stravince con il 53,36% delle preferenze.

26,44 la percentuale raccolta dalla coalizione a sostegno di Giorgio Gori

Dario Violi del Movimento Cinque Stelle è fermo al 16,68% mentre  Ororio Rosati di Leu ha raccolto l’1,66%

Il vincitore Attilio Fontana (Centrodestra)

“Credo sia stata la vittoria della politica di Matteo Salvini. Personalmente credo di aver avuto il merito solo di aver condotto una campagna elettorale in mezzo alla gente, che mi ha premiato. Voglio firmare in provvedimento che aiuti le mamme che hanno figli che vanno all’asilo nido. Roberto Maroni mi fatto i complimenti e presto ci vedremo. Le priorità della Lombardia sono mantenere le eccellenze e migliorare le cose già ottime che ci sono come la sanità e i trasporti, oltre ad aiutare le imprese a creare posti di lavoro”.

La reazione di Giorgio Gori (Centrosinistra)

“Un voto viziato dai populismi”, così lo sconfitto sindaco di Bergamo ha tagliato corto nel commentare il voto. “Non si è trattato di un ragionamento serio fatto nel merito delle proposte, sono state elezioni molto politiche e poco regionali. Non siamo riusciti a fermare il vento dei populismi. Lo stesso Fontana parlava di immigrazione e sicurezza, come Salvini, limitandosi a dire che la Lombardia va bene così. Aria più pulita, trasporti migliori, sanità senza liste d’attesa erano ad esempio cose che avrei voluto migliorare”.

Gori deciderà a giorni se rimanere sindaco di Bergamo o capo dell’opposizione in Regione.

La reazione di Dario Violi (M5S)

“Ho già chiamato Fontana per l’in bocca al lupo, e per metterlo in guardia in modo che non faccia la fine di Maroni con denunce, assessori e funzionari arrestati. Ho messo a disposizione la nostra collaborazione e Fontana mi ha ringraziato e complimentato per il nostro risultato nazionale. Per noi collaborazione sì, ma senza sconti. Sull’autonomia sottoscritta nei giorni scorsi, riteniamo che debba essere ampliata e grazie ai 5 Stelle a Roma potremo ottenere molto di più. Sugli inciuci nazionali siamo disposti a condividere i nostri programmi, ma senza scambiare nulla. È chiaro che se dobbiamo confrontarci sui temi con altre forze politiche: sappiamo che qualcosa dovremo cedere, ma sempre nell’interesse dei cittadini”.

 

Elezioni Regionali ore 18.50 – Alessandro Alfieri (Pd): “Una grande delusione poiché una debacle di queste dimensioni non ce l’aspettavamo proprio. Adesso mi incontro subito con Gori con il quale faremo il punto su questa situazione”.

Elezioni regionali ore 18.30 – Siamo a 1.037 su 9.777 sezioni scrutinate: Fontana aggiunge un tassellino al rialzo arrivando al 52,53%, leggera flessione al ribasso per Gori al 27,51%,  mentre Violi  recupera qualcosina portandosi al 16,22%. Intanto nel lecchese Fontana ha perso un paio di punti riducendo il suo distacco stellare: adesso è al 64,63% contro il 20,98% di Gori. Violi in recupero con il 12,53%. Guardando ai risultati dei partiti: Lega al 41,11%, Forza Italia al 18,73%, FdI al 4,92%. Sul fronte del centrosinistra: Pd 13,46%, Lombardia per le autonomia 1,29%, + Europa 1,27%; Leu all’1,26%.

Leggi anche:  Elezioni comunali 2018 | Giovedì sera candidati a confronto a Robbiate

Elezioni Regionali ore 18.00 – Siamo a 774 sezioni scrutinate su 9.227: Fontana accusa un calo fisiologico al 52,50%, mentre Gori è salito al 27,63%. Lieve flessione per Violi al 16,09%. Nel Lecchese: Fontana al 67,12%, Gori al 19,71%, Violi all’11,26%; Onorio Rosati (Leu) allo 0,97%; Massimo Roberto Gatti (sinistra per la lombardia) 0,76%;  Angela De Rosa 0,12; Giulio Arrighini 0,03.

Elezioni Regionali ore 17.15: continua lo spoglio. Siamo a 427 sezioni presidente (366 sezioni liste circoscrizionali) su 9.227: Fontana 53,33%, Gori 26,70%, Violi 16,21%. Nella provincia di Lecco siamo 14 sezioni su 318: Fontana 70,41%, Giorgio Gori 17,73%, Violi 9,91%. La Lega è al 37,96%, Forza Italia al 27,96% Fratelli d’Italia al 9,34. Il Pd al 9,46%. Ecco alcune dichiarazione a caldo da noi raccolte a Palazzo Lombardia:

Luca Del Gobbo (NcL)  “Certamente per Noi con l’Italia un risultato molto al di sotto delle aspettative, ma dobbiamo anche dire che non abbiamo avuto il tempo di spiegare la nostra proposta agli italiani. Il risultato dei 5Stelle lo ritengo preoccupante per il Paese. Per fortuna in Regione Lombardia Attilio Fontana sembra stia tenendo molto bene”.

Riccardo De Corato (FDI): “Fino a questo momento, con FdI attorno al 4 per cento (dopo circa 160 sezioni scrutinate) mi ritengo soddisfatto. Ovviamente mi auguro che questo dato tenga sino alla fine”.

Stefano Buffagni (M5S): “La gente chiede e vuole un cambio di rotta e noi abbiamo offerto ciò che la gente onesta ha chiesto. È per questo che siamo stati premiati con un risultato che neanche noi potevamo immaginare. Adesso l’Italia tornerà ad essere l’Italia degli onesti”.

Elezioni Regionali ore 16.50: un dipendente di Radio Padania è stato avvicinato per strada da un 55enne che lo ha apostrofato  “Leghista di m…”: l’aggressore ha poi tirato fuori un’ascia, ma è stato fermato dalle Forze dell’ordine. E’ successo poco fa in via Bellerio, nei pressi del quartier generale della Lega a Milano.  Fra pochi minuto nella stessa sede milanese del carroccio è atteso Attilio Fontana per una prima dichiarazione sul voto.

Elezioni Regionali 2018 aggiornamento delle 16.30: il risultato parziale dello spoglio delle schede prefigura una vittoria stratosferica per Attilio Fontana nel Lecchese. Una partenza bruciante (al momento sono pervenuti i risultati di 8 sezioni su 318) con il 75% delle preferenze contro le 15,05% di Giorgio Gori e l’8,06 di Dario Violi.

Elezioni Regionali 2018 aggiornamento delle 16.00: ecco le prime proiezioni calcolate al 50% dei seggi campionati: 45,2% Fontana – 31,0%  Gori –  19.6%  Violi e 2.3 Rosati.

 

Elezioni regionali 2018: segui con noi lo spoglio in tempo reale con tutti i dati del Lecchese.

Elezioni regionali 2018: Fontana verso la vittoria

Questi gli exit poll di ieri sera: Attilio Fontana 38/42%, Giorgio Gori 31/35%, Dario Violi 17/21% e Onorio Rosati 2/4%. Quindi centrodestra prioiettato verso la vittoria anche in Lombardia, considerando che, nonostante gli exit poll siano sempre un rischio, difficile che, vista la concomitanza fra Politiche e Regionali, Gori riesca a sovvertire la tendenza nazionale.

Segui la diretta

Ecco la tabella con i risultati: si aggiornerà mano a mano che arriveranno le varie sezioni scrutinate. CLICCA SULLA TUA PROVINCIA SULLA MAPPA (da pc) OPPURE SELEZIONA DAL MENU A TENDINA PER I RISULTATI ZONA PER ZONA.