«L’amico Giorgio Gori mi ha chiesto di candidarmi come elemento di punta del Civismo Regionale, considerato che sono il presidente dell’associazione delle Liste e associazioni Civiche Lombarde. In fondo la cittadinanza attiva è la mia vera passione. Ma ho declinato l’offerta spiegandogli che  il mio progetto riguarda la città e nessun altro alveo istituzionale. Detto questo, sosterrò lui e i candidati della sua lista civica. Io voglio dare una mano a Lecco a crescere  e svilupparsi sul fronte economico, produttivo, turistico  e della sicurezza con visioni innovative e moderne». Così parlò Corrado Valsecchi.

Intevista a tutto campo a Corrado Valsecchi

Tempo di bilanci, ma soprattutto di decisioni per Corrado Valsecchi. Anche per l’assessore ai lavori pubblici, manutenzioni, viabilità, patrimonio, decoro urbano e personale dell giunta Brivio è arrivato il giro di boa. Il fatidico momento del “metà mandato” che ha offerto l’occasione per una ampia intervista al Giornale di Lecco. Eccone alcuni stralci.

Come giudica la sua esperienza amministrativa nel Comune di Lecco?

Posso solo dire che è stato un impegno a tempo pieno, ho fatto fatica a comprendere gli ingranaggi che muovono la macchina burocratica pubblica e francamente ho assunto la posizione che vanno apportati notevoli correzioni. Così stiamo facendo. In buona sostanza sto cercando, assieme alla Giunta, di sistemare cose trascurate da troppo tempo.

Leggi anche:  La guerra in Forza Italia rientra

E il suo futuro?

Ho declinato l’offerta di Gori spiegando a Giorgio che il mio progetto riguarda la città e nessun altro alveo istituzionale.

Farà il sindaco a Lecco?

Appello per Lecco non ha mai fatto mistero di voler puntare, ci auguriamo con le forze della coalizione e magari qualche aggiunta, ad amministrare la città con una figura civica.  Quindi la risposta è sì.

 

 

 

L’intervista completa sul Giornale di Lecco in edicola da lunedì 8 gennaio