Consiglieri incompatibili: oggi la prima seduta della Giunta delle Elezioni. Tra i membri che dovranno vagliare i casi di ineleggibilità anche il lecchese Raffaele Straniero. Tra i possibili casi che la commissione dovrà vagliare potrebbe esserci anche quello del Lecchese Falvio Nogara.

Consiglieri incompatibili

Elisabetta Strada, capogruppo della Lista Gori, è stata eletta questo pomeriggio Presidente della Giunta delle Elezioni, l’organismo composto da un rappresentante di ogni Gruppo a cui spetta il compito di valutare e segnalare gli eventuali casi di ineleggibilità e incompatibilità dei nuovi Consiglieri regionali. Lo Statuto regionale prevede che la presidenza spetti ad un rappresentante dei gruppi di minoranza.

Alessandro Fermi (Forza Italia)

La seduta di insediamento è stata presieduta dal Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi (Forza Italia), che nella scorsa legislatura regionale aveva ricoperto anche l’incarico di Vice Presidente della stessa Giunta delle elezioni.
“Auguro buon lavoro a Elisabetta Strada e ai componenti della Giunta delle elezioni –ha detto il Presidente Fermi-, che da oggi avranno 60 giorni a disposizione per concludere i propri lavori e predisporre una relazione da inviare all’Ufficio di Presidenza del Consiglio; entro i successivi 30 giorni sottoporrò all’attenzione e al voto dell’Aula la delibera in merito alla convalida degli eletti, sulla base della relazione pervenuta. Tocca infatti al Consiglio regionale –ha spiegato Alessandro Fermi-  convalidare l’elezione dei Consiglieri per i quali non sussistano cause di ineleggibilità e di incompatibilità e dichiarare la decadenza dei Consiglieri ritenuti incompatibili che non abbiano optato per il mandato regionale e che non abbiano compiuto nei tempi previsti tutti gli atti necessari a rimuovere le cause di incompatibilità sollevate”.

Gli eletti

Elisabetta Strada è stata eletta Presidente all’unanimità, così come Claudia Carzeri (FI) eletta Vice Presidente e Franco Lucente (FdI) nominato Consigliere Segretario. Gli altri componenti della Giunta delle elezioni sono Alessandra Cappellari (Lega Nord), Luca Del Gobbo (NcI), Giacomo Cosentino (Lista Fontana), Manfredi Palmeri (Energie per la Lombardia), Viviana Beccalossi (Gruppo Misto), Raffaele Straniero (PD) e Andrea Fiasconaro (M5Stelle).
“Ringrazio gli altri componenti della Giunta per avere condiviso unanimemente la mia nomina a Presidente –ha commentato Elisabetta Strada- orgogliosa di essere stata chiamata a presiedere il primo organismo consiliare insediatosi in questa nuova legislatura. Da subito ci metteremo al lavoro per svolgere al meglio il compito che ci è richiesto, nel rispetto delle regole e delle norme statutarie”.

Chi sono gli incompatibili

  1. a) membro di una delle due Camere del Parlamento;
  2. b) Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministro, Vice Ministro o Sottosegretario di Stato;
  3. c) membro del Parlamento europeo o della Commissione europea;
  4. d) Presidente di Regione, Consigliere regionale, Assessore regionale e Sottosegretario regionale di altra regione;
  5. e) Presidente della provincia, Consigliere provinciale o Consigliere di Città metropolitana, comprese nel territorio della regione stessa;
  6. f) Sindaco di Comune compreso nel territorio della Regione;
  7. g) Assessore di Comune compreso nel territorio della Regione con popolazione superiore a 15.000 abitanti al momento della elezione;
  8. h) Presidente o Assessore di Comunità montana o di Unione di Comuni con popolazione complessiva superiore a 15.000 abitanti;
  9. i) Presidente o componente dell’organismo direttivo di consorzio o di ente pubblico, compresi nel territorio della regione, disciplinati con legge regionale o destinatari in via diretta o indiretta di finanziamenti continuativi;
  10. j) componente del Consiglio superiore della Magistratura o del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro;
  11. k) Presidente e membro della Giunta delle Camere di Commercio con sede nel territorio lombardo.
Leggi anche:  Nessun contributo alla Bergamasca troppo virtuosa, parlamentari leghisti infuriati

 

E ancora

  1. a) il titolare, i componenti degli organi di gestione o di amministrazione, l’amministratore delegato, l’amministratore unico, il direttore generale, i legali rappresentanti e i dirigenti di ente, istituto, azienda o società, sottoposti a vigilanza della Regione
    b) i componenti esecutivi degli organi di gestione o di amministrazione, il direttore generale, i legali rappresentanti e i dirigenti di fondazioni, costituite o partecipate dalla Regione oppure destinatarie di contributi regionali, diretti o indiretti, continuativi nell’ultimo biennio;
  2. c) il titolare, i componenti degli organi di gestione o di amministrazione, l’amministratore delegato, l’amministratore unico, il direttore generale, i legali rappresentanti e i dirigenti di ente, istituto, azienda o società che ha in corso rapporti contrattuali, anche indiretti, con la Giunta regionale, il Consiglio regionale o gli enti del sistema regionale per l’erogazione di servizi, l’esazione di diritti o l’esecuzione di appalti;
  3. d) i componenti dei Comitati tecnico consultivi e i soggetti che svolgono incarichi di consulenza previsti dagli articoli 8 e 37, comma 2 bis, della legge regionale 7 luglio 2008, n. 20 (Testo unico delle leggi regionali in materia di organizzazione e personale);
  4. e) colui che, con sentenza passata in giudicato, è stato dichiarato responsabile nei confronti della Giunta regionale, del Consiglio regionale o degli enti del sistema regionale e non ha ancora estinto il debito;
  5. f) colui che, avendo un debito liquido ed esigibile per imposte, tasse e tributi nei confronti della Regione, ha ricevuto invano notificazione di avviso di accertamento oppure di ordinanza-ingiunzione di pagamento ai sensi della normativa vigente;
  6. g) i componenti del Consiglio delle Autonomie locali o del Consiglio per le Pari opportunità;
  7. h) i componenti dell’organismo di amministrazione o di gestione ed i componenti del Consiglio di sorveglianza di istituti bancari;
  8. i) i rettori delle Università con sede nel territorio lombardo.