“Con i grillini al governo Bergamo-Treviglio e Pedemontana sono a forte rischio”. Così il deputato di Forza Italia Alessandro Sorte, in una nota stampa diffusa poco fa.

Il M5S al governo bloccherà l’autostrada?

Fermata ospedale
L’assessore Alessandro Sorte

Uno degli effetti della formazione di un nuovo governo gialloblu, secondo l’ex assessore regionale alle infrastrutture lombardo, è infatti che le posizioni locali tra Lega e Movimento Cinque stelle sulle due grandi opere che interessano la pianura, diametralmente opposte, porteranno allo stallo e al mancato finanziamento delle due autostrade. “E questo significa perdita di posti di lavoro, aumento dei costi per le aziende e sensibile riduzione della loro concorrenzialità” spiega Sorte.

I rischi del “no”

“La Pedemontana lombarda e la Bergamo-Treviglio potrebbero subire uno stop che comprometterebbe lo sviluppo economico e sociale di una delle zone più produttive dell’intera Europa. Un’insensatezza dovuta al prevalere di errati ma ben radicati convincimenti ideologici in chi andrà al governo che Forza Italia, dai banchi dell’opposizione, lavorerà per scongiurare. Tra noi e i grillini – conclude – c’e’ una profonda incompatibilità sul piano delle infrastrutture strategiche, è anche per questo motivo che con convinzione non sosterremo certe scelte palesemente dannose per l’intero sistema Paese”.  “Quando la cultura del ‘no’ prevale sul buon senso e la lungimiranza i rischi sono enormi” ha continuato Sorte.

Leggi anche:  Dazi Trump: sfida o minaccia? "L'Europa ci tuteli di più"

Ministero dell’ambiente e Cipe

I rischi per le due infrastrutture sono legate al fatto che il progetto della Bergamo-Treviglio dovrà essere approvato dal Ministero dell’Ambiente, prima di essere cantierizzato. Il Cipe dovrà invece approvare il completamento della Pedemontana. Ma come si potranno conciliare a Roma le posizioni dei due principali attori della maggioranza, una Lega da sempre d’accordo con la realizzazione di entrambi i progetti e un Movimento Cinque stelle da sempre in prima linea per contrastarle?

Fontana: “Per noi resta un’infrastruttura fondamentale”

Non si è fatta attendere la puntualizzazione del Governatore Attilio Fontana che si è espresso a margine della conferenza stampa post Giunta.

“Se il nuovo governo dovesse schierarsi contro le cosiddette grandi opere infrastrutturali e quindi anche contro Pedemontana, non potrò che esprimere la mia contrarietà: per noi è una infrastruttura fondamentale e quindi mi batterò con tutte le mie forze per concluderla e completarla”.