Ecco la nuova Audi Q8. Può contare sul design muscoloso, l’abitacolo generosamente dimensionato, le più moderne tecnologie di azionamento dei comandi, l’assetto votato alle massime performance e gli intelligenti sistemi ausiliari. Plus che rendono la nuova Audi Q8 una raffinata compagna di viaggio, tanto per il lavoro quanto per il tempo libero. Il lancio del nuovo SUV coupé avverrà nel corso del terzo trimestre del 2018.

Dimensioni e concept degli spazi: versatilità, sportività ed eleganza

Audi Q8 è il SUV più sportivo e raffinato del Marchio dei quattro anelli. Grazie a una lunghezza di 4,99 metri, una larghezza di 2 metri e un’altezza di 1,71 metri, il SUV coupé appare più largo, corto e basso rispetto alla “sorella” Q7. Con un passo di quasi tre metri, Audi Q8 può contare su di un abitacolo generosamente dimensionato per cinque persone. Lo spazio a disposizione è superiore alle dirette concorrenti. A richiesta, il divanetto a tre posti è regolabile in longitudine. Il bagagliaio può contare su di una capacità di 605 litri, incrementabile a 1.755 litri abbattendo gli schienali. Il portellone può essere aperto e chiuso grazie a un comando elettrico di serie e, a richiesta, con il movimento del piede.

Il design degli esterni: il nuovo volto della famiglia Q

La nuova Audi Q8 riprende il nuovo linguaggio stilistico Audi inaugurato con l’ammiraglia A8. Grazie all’imponente single frame ottagonale, Audi Q8 porta al debutto il nuovo volto della famiglia Q. Sei lamelle cromate verticali rafforzano l’imponenza della calandra. Un’ampia maschera, verniciata a richiesta a contrasto, collega il single frame ai proiettori. L’aggressività del look viene rafforzata dal prominente spoiler anteriore e dalle grandi prese d’aria.

Leggi anche:  Volkswagen California, il mito festeggia trent’anni

Nuova Audi Q8, una sportiva all terrain: trazione quattro e sospensioni pneumatiche

Audi e trazione quattro costituiscono un binomio inscindibile; ciò vale anche e soprattutto per Q8, il SUV top di gamma del Marchio. In condizioni ordinarie, il differenziale centrale meccanico ripartisce la coppia tra avantreno e retrotreno secondo il rapporto 40:60. All’occorrenza, la maggior parte dei kgm viene indirizzata verso l’assale che offre una superiore trazione.