Nuovo tetto per l’edificio scolastisco, che risale agli anni settanta e manifesta da tempo fenomeni di infiltrazione puntuale di acqua piovana.

Nuovo tetto per la primaria di Cascina Crotta

Verso la fine di gennaio sono cominciati i lavori di rifacimento del tetto scuola primaria di Crotta. L’edificio scolastico, manifesta fenomeni di infiltrazione puntuale di acqua piovana, con conseguenti danni alla struttura ed ai locali sottostanti. L’intervento predisposto dall’Ufficio Tecnico coinvolge entrambi i livelli di copertura piana, sia alta che bassa, per una superficie complessiva paria a circa 1.000 mq di estensione.

Salvaguardata la struttura esistente

L’intervento è stato progettato cercando di salvaguardare il più possibile la struttura esistente per evitare demolizioni e rifacimenti. Il progetto esecutivo prevede interventi di carattere edile come la rimozione del vecchio manto bituminoso sulle sole parti laterali e opere di lattonerie varie, in parte recuperabili e riposizionabili. L’attività vera e propria di rifacimento prevede la stesura di diversi strati protettivi con funzione impermeabilizzante.

Leggi anche:  Autotorino premiata all’Automotive Dealer Day

Mitigare l’accumulo di calore

Il lavoro sarà terminato con la stesura di un ultimo strato ad alta luminosità e con forti proprietà riflettenti, tali da mitigare l’effetto di accumulo di calore tipico delle coperture bituminose. Tale materiale è in grado di generare un effetto cosiddetto “cool roof”, ovvero di favorire il raffrescamento del tetto, a beneficio degli alunni e del personale della scuola. La fine dei lavori è prevista per la meta di Aprile.