Il Bachelet ha aderito all’iniziativa del Miur

Per una giornata intera gli studenti del Bachelet si sono dedicati all’arte

“Nessun parli” perché a parlare è stata l’arte, la letteratura, il teatro e soprattutto la musica di generi diversi, cantata e suonata dagli studenti.  Ieri, mercoledì, l’istituto Bachelet di Oggiono era un fermento di iniziative che ricordava un po’ la Parigi della Belle epoque: dalle 8.30 alle 17 nell’edificio scolastico era davvero possibile cimentarsi in laboratori diversi, ma anche semplicemente stare ad ascoltare i compagni che si esibivano in performance di gruppo o come solisti al pianoforte o alla chitarra.

L’istituto ha aderito all’iniziativa del Miur

L’istituto ha aderito all’iniziativa proposta dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) partecipando così anche al concorso.   Infatti tale concorso prevede l’elaborazione di un videoclip rappresentativo dell’evento e delle attività realizzate. I video prodotti dalle scuole saranno caricati sulla piattaforma on line http://www.istruzione.it/ProtocolliInRete/, nella sezione appositamente attivata per l’iniziativa. Una commissione di esperti e artisti valuterà i lavori più originali.

Leggi anche:  Oggiono Città, ai festeggiamenti parteciperà il sottosegretario ai grandi eventi

La dirigente scolastica

Dice la dirigente scolastica Anna Panzeri: “Motivo di fondo dell’evento è stato il carattere universale del linguaggio musicale, teatrale, artistico-pittorico e di movimento. Insomma l’arte quale realtà capace di comunicare, condividere, abbattere muri, superare i confini”.

Ampio servizio con tutte le foto sul giornale di Lecco in edicola lunedì 27 novembre