Cala la domanda di occupazione nel Lecchese. I dati relativi alle proiezioni occupazionali da parte delle aziende nelle province di Como e Lecco nel trimestre aprile-giugno 2018 evidenziano infatti  una diminuzione della domanda occupazionale rispetto al precedente trimestre gennaio-marzo 18. A fotografare la situazione è la Uil del Lario.

Cala la domanda di occupazione nel Lecchese

“La provincia di Como presenta una situazione differenziata e in controtendenza rispetto al contesto dell’intera regione Lombardia e del territorio Lecchese relativamente alle imprese del settore dei servizi che mostrano una crescita dell’occupazione di 610 unità nel trimestre aprile-giugno a confronto con gennaio-marzo 2018” spiega i segretario Salvatore Monteduro.

I contratti

Il contratto a tempo determinato si conferma quello maggiormente prediletto dalle  aziende, anche se con una differenziazione nei singoli settori, l’industria predilige il contratto a tempo indeterminato, mentre:

A Lecco si cercano soprattutto operai

Le figure professionali più ricercate in valore assoluto nel mese di aprile 2018 in Provincia di Como sono: cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici (1.180 unità); mentre per la Provincia di Lecco sono: operai nelle attività metalmeccaniche e elettromeccaniche (330 unità), un dato questo che riflette l’andamento della ripresa economica che si registra nei singoli settori produttivi: Metalmeccanico nel Lecchese e il Turismo nel Comasco.

Leggi anche:  Fondazione Cariplo in campo per rilanciare l'istruzione tecnica anche a Lecco