Crisi Carrefour, sono a rischio 500 dipendenti nei punti dislocati sul territorio nazionale.

Crisi Carrefour

Arriva la crisi anche per la catena alimentare Carrefour. Il colosso dei prodotti alimentari ha infatti  avviato la procedura di mobilità per 500 lavoratori di 57 ipermercati italiani. Sono inoltre tre le chiusure previste: Trofarello e Borgomanero in Piemonte, Pontecagnano in Campania.

La situazione

La decisione giunge un anno dopo la decisione di tenere aperti i supermercati 24 ore al giorno. Erano infatti state promesse delle assunzioni. Non sono stati però ottenuti i risultati sperati e quindi si è giunti a questa situazione. Si spera di riuscire ad andare verso una soluzione che miri alla salvaguardia dei posti di lavoro, ma la situazione non è affatto semplice.

Il calo dei consumi

Come per altre catene alimentari anche Carrefour ha registrato un calo delle vendite. Secondo Confcommercio infatti i consumi di prodotti alimentari sono scesi dell’1,4% su base annua.

I punti vendita sul territorio

Diversi i punti vendita Carrefour sul nostro territorio aperti 24 pre su 24: a Olginate, a Barzago e anche a Calusco d’Adda. La speranza è che la scure dei tagli non arrivi anche sul Lecchese e nell’Isola Bergamasca.